Cronaca Bianca

FRANCOLISE. Sosteniamo Francolise lavora sul programma per le comunali

Il cavallo di battaglia del programma è il tema dell'agricoltura


Nella foto Palmiro Mezzarano e Pasquale Tartaglione Nella foto Palmiro Mezzarano e Pasquale Tartaglione FRANCOLISE. SOSteniamo Francolise lancia le prime proposte utili ad affrontare i problemi del  Comune e rimettere cosi al centro del dibattito politico la necessità di pensare ad un progetto  fatto di idee e non solo di persone. La nostra proposta è quella di  in piedi una vera e propria “fabbrica del programma”, per coinvolgere tutti i soggetti interessati a portare un proprio contributo.  Fondamentale è il primo punto del programma, “Agricoltura”. L’agricoltura in Campania ha subito lo choc negativo della vicenda Terra dei Fuochi.  Le politiche agricole, se non altro per il sopravvenuto contesto di straordinarietà, debbono tornare  ad essere al centro delle azioni locali delle amministrazioni. L’Assessorato all’Agricoltura deve riacquistare un ruolo di riferimento per gli operatori di settore, lo farà con una priorità assoluta: attrarre risorse. Al settore agricolo servono soprattutto risorse economiche e sostegni finanziari, per uscire dalla crisi e per creare sviluppo. Pertanto Sosteniamo Francolise si propone di istituire e sarà punto nodale del programma di governo, un’area amministrativa specifica, ovvero uno Sportello informativo per gli agricoltori locali.  Lo sportello avrà lo scopo di fungere da ufficio tecnico per la consulenza e l’implementazione di progettualità, private o pubbliche, supportate da stanziamenti comunitari, quali il Piano di Sviluppo Rurale. Fondi ingenti potranno così pervenire alle aziende, per ripristinarne il potenziale produttivo, per riattivarne o accrescerne il valore economico, per recuperarne la competitività, per ammodernarne le dotazioni tecnologiche, per diversificarne la produzione anche in attività non agricole. Altri fondi verranno reperiti per le infrastrutture comuni, per la riqualificazione della viabilità rurale, per i servizi essenziali.