Sport

CALCIO, serie D. MARCIANISE soffre ma vince. GLADIATOR cede nel finale

Un goal di Pagano abbatte la resistenza della Puteolana. I nerazzurri resistono fino al 70' ma poi si devono arrendere alla doppietta di Molinari. Tutti i risultati, la classifica aggiornata ed il prossimo turno


TARANTO-GLADIATOR 3-1 TARANTO (4-3-1-2): Masserano; Viscuso, Miale, Caiazzo, Riccio (58’ Molinari); Muwana, Ciarcià, Caruso (69’ Picascia); Clemente (74’ Grieco); Mignogna, Balistreri, A disposizione: Marani, Pulci, Menicozzo, Vivacqua, Bilello, D'Angelo. Allenatore: Papagni. GLADIATOR (4-4-2): Munao; Esposito (66’ Sandu), Ferrara, Simonetti, Diana; Del Gaudio, Carfagno (85’ De Girolamo), Puccinelli, De Feo (91’ Scarano); Del Gaudio, Santaniello. A disp.: Cerreti, Fasci, Piccirillo, Pucino, D'Alessio, Battaglia. All.: Nunzio Di Somma. Arbitro: Zingrillo di Seregno (De Palma e Pizzi) RETI: 11’ Miale, 28’ Esposito, 71’ ed 82’ Molinari NOTE: Espulsi all’84’ Grieco e Ferrara. Ammoniti: Caiazzo, Riccio e Mignogna (T), Carfagno, Puccinelli, De Feo, Sandu e Del Gaudio (G). Calci d’angolo: 11-2 per il Taranto. Recupero: 1’ pt e 5’ st Ancora una volta il Gladiator cede nel finale. Dopo aver bloccato il Taranto sul pareggio fino a 20’ dal termine, i nerazzurri cedono nel finale alla panchina più lunga della formazione pugliese. A decidere l’incontro è infatti una doppietta di Molinari subentrato nel secondo tempo. I tarantini raggiungono così la vetta della classifica, mentre i nerazzurri ora dovranno sfruttare il turno di riposo per presentarsi al meglio nel rush finale. Formazione obbligata per Di Somma cui mancano diversi titolari. Al primo tentativo il Taranto passa con un colpo di testa di Miale su azione di calcio d’angolo.  Al 20’ Clemente prova il pallonetto ma Munao riesce a rifugiarsi in calcio d’angolo. Al 25’ calcio di punizione di Diana a lato non di molto. E’ la prova generale del pareggio che arriva tre minuti dopo: ancora punizione di Diana per Esposito che anticipa tutti e batte Masserano, nonostante il portiere di casa tocchi il pallone. Al 32’ Gladiator vicino al clamoroso raddoppio: retropassaggio sbagliato di Caiazzo che serve involontariamente Santaniello che però, a tu per tu, con il portiere pugliese fallisce. Al 36’ punzione di Clemente deviata da Munao sul palo. Nella ripresa non succede nulla fino al 59’ quando Ciarcià serve Balestrieri, il cui tiro è fuori di un niente. Un minuto dopo ci prova di nuovo Clemente su punizione: palla ancora a lato di un niente. Ma il Gladiator non è spettatore passivo ed al 64’ sfiora la traversa con tiro di Piccinelli da fuori. Ma al 71’ arriva il nuovo vantaggio tarantino: sponda di Balestrieri per Molinari che batte Munao, spiazzato da un deviazione. Al 78’ Taranto vicino al tris con un tiro da fuori di Mignogna che, deviato da un difensore e destinato all’incrocio, costringe Munao ad una difficile deviazione in calcio d’angolo. All’82’ si chiudono i giochi: su azione da calcio da ferma, colpo di testa di Balestrieri e respinta di Munao prima del tap in di Molinari. Non succede più nulla, tranne l’espulsione di Grieco e Ferrara per reciproche scorrettezze. PROGREDITUR MARCIANISE-PUTEOLANA 1-0 PROGREDITUR MARCIANISE (3-5-2): Imbimbo; Lagnena, Pagano, Corduas; Conte (64’ Ciano), Vitiello, Gerardi, Temponi (74’ Viola), Verdone (55’ Di Ronza); Iadaresta, Citro. A disposizione: Navarra, Rossetti, D'Anna, Buonpane, Allegretta, Tenneriello. Allenatore: Foglia Manzillo PUTEOLANA (4-3-2-1): Despucches; Carezza, Salvati, Signore (69’ Pignalosa), D'Ascia; D'Auria, Loiacono (69’ Esperimento), Visciano; Manco, Napolitano (78’ Siciliano); Pastore. A disposizione: Mormile, Guidelli, Imbriaco, Santaniello, Scognamiglio, Foggia. Allenatore: Potenza ARBITRO: Oggioni di Monza (Rinaldi e Civitenga) RETI: 64’ Pagano NOTE: Calci d’angolo 2-1 per il Progreditur. Ammoniti: Salvati (PU) e Gerardi (PM). Recupero: 1’ pt e 4’ st. Il Progreditur Marcianise soffre ma ottiene una vittoria fondamentale per il futuro del suo campionato, soprattutto sulla base di quanto successo sugli altri campi, con il Matera sconfitto. Nel Progreditur, ritorna in campo Lagnena, che rileva lo squalificato Posillipo, con Pagano e Corduas a comporre il terzetto difensivo a protezione di Imbimbo. Il centrocampo torna anche Vitiello al posto di Viola con Gerardi, confermato al posto di D’Anna, e Temponi mentre Conte e Verdone sono confermati sugli esterni. In attacco Iadaresta e Citro. Il primo tempo si gioca a ritmi bassi e le due squadre, pur creando tante situazioni potenzialmente pericolose, non creano mai grosse occasioni. I gialloverdi concedono perlopiù solo tiri dalla distanza mentre in attacco, nonostante un ottimo Gerardi che scheggia la traversa poco prima dell’intervallo, Citro e Iadaresta raramente vengono innescati. La prima occasione è per i padroni di casa all’8’ con un tiro dalla distanza di Gerardi parato da Despucches. All’11’ sono gli ospiti a provarci da lontano con Salvati ma Imbimbo para senza problemi. Un minuto dopo Pastore, da posizione non ottimale, calcia alto. Al 16’ ancora un tiro da fuori: Imbimbo para su Loiacono. In una prima metà di tempo in cui non succede molto di rilevanti è Gerardi il più attivo dei suoi entrando in area un paio di volte ma Despucches non corre pericoli, come al 17’ quando il centrocampista entra negli undici metri avversari ma poi il suo tiro finisce alto, sia pur non di molto. Al 19’ azione in solitaria di Manco che, giunto al limite dell’area, conclude con un tiro che non crea grossi problemi ad Imbimbo. Al 21’ da fuori area ci prova Napolitano: ancora fuori. Al 26’ tiro-cross di Gerardi che si dirige verso la porta ma Despucches non si fa sorprendere e devia in calcio d’angolo, che termina con un nulla di fatto. Sull’altro fronte, sempre su azione dalla bandierina, ci prova Signore: alto. Al 33’ ci prova Temponi di testa ma il portiere para. Al 39’ ancora Gerardi impensierisce Despucches con un calcio di punizione che il portiere devia sulla traversa, prima di finire in calcio d’angolo. Dalla bandierina, Iadaresta colpisce di testa ma la palla finisce alta, per l’ultima emozione del primo tempo. Nella ripresa succede poco fino al 52’ quando Pastore ci prova ancora da lontano ma Imbimbo blocca senza problemi. Al 57’ Despucches è costretto ad un’uscita su Citro. Al 64’ ritorna in campo capitan Ciano e come per magia i gialloverdi si svegliano dal torpore e passano in vantaggio con Pagano che svetta su un’azione di calcio d’angolo. Comincia tutt’altra partita ed un minuto dopo è Citro a provarci di testa ma Despucches para. Al 68’ è ancora lo scatenato Pagano a sfiorare il raddoppio con un diagonale che lambisce il palo. Al 75’ ci prova Viola su assist di Citro ma il tiro da ottima posizione è fuori. All’81’ ci prova il bomber gialloverde con una conclusione da dentro l’area ma Despucches para. Tre minuti dopo, ci prova la puteolana: cross di Siciliano per Manco che evita guai ai suoi. Al 90’ Citro potrebbe, su assist di Iadaresta che prima ruba palla e poi lancia il collega di reparto in contropiede, chiudere la partita ma, a tu per tu, con Despucches calcia alto. Redazione sportiva ALTRI RISULTATI: Matera-Francavilla 0-3; Monospolis-Gelbison 1-0; Manfredonia-Turris 2-3; Real Hyria-Brindisi 2-2; Mariano Keller-Bisceglie 2-4 (giocata ieri); Real Metapontino-San Severo 0-1. Riposa: Grottaglie CLASSIFICA: Matera e Taranto 49; PROGREDITUR MARCIANISE 48; Francavilla 46; Monospolis 45; Turris (1 partita in meno) 43; Brindisi (1 partita in meno) 39; Bisceglie (1 partita in meno) 34; Gelbison 33; Mariano Keller (1 partita in meno) 32; Real Hyria (1 partita in meno) 29 Manfredonia (1 partita in meno) 28; San Severo (1 partita in meno) 27; Grottaglie (1 partita in meno) 25; Metapontino (1 partita in meno) 23; GLADIATOR e Puteolana 19 (1 partita in meno) PROSSIMO TURNO: Grottaglie-PROGREDITUR MARCIANISE, Matera-Monospolis, Gelbison-Taranto, Francavilla-Bisceglie, Turris-Mariano Keller, Brindisi-Manfredonia, San Severo-Real Hyria, Puteolana-Metapontino. Riposa: GLADIATOR