Cronaca Bianca

ESCLUSIVA CASERTA. Che meraviglia questa città, ieri mattina: auto blu dei vigili urbani parcheggiata sulle strisce pedonali. Un'altra davanti al bar e un'altra ancora, civile, in sosta vietata

Vorremmo non occuparci del Comandante Negro, ma se ne occupano i nostri lettori. Può fare tutte le querele del mondo, possiamo essere condannati, ma noi torniamo a chiedere le sue dimissioni o la sua rimozione, non perchè sia una cattiva persona, non lo a


CASERTA - Il problema è che noi di casertace e il sottoscritto, non vorremmo occuparci sempre del comandante dei vigili urbani del capoluogo Alberto Negro il quale, addirittura, si è fatto fare una delibera di giunta di cui domani, lunedì, discuteremo, per farsi dare assistenza legale nei procedimenti innescati dalle sue querele al sottoscritto. Il problema non è costituito dal fatto che casertace vuol parlare di Negro il quale ci querela in quanto abbiamo detto che a nostro avviso lui non è minimamente all'altezza di svolgere la funzione di comandante dei vigili urbani. Non crediamo di avergli recato un'offesa personale. Ci siamo limitati a chiedere le sue dimissioni argomentando questa nostra richiesta come potrebbe fare qualsiasi cittadino di un paese libero, occupandoci della divisa e della istituzione e non certo dei fatti personali dell'individuo che le indossa. Vedete queste foto che ci hanno inviato i nostri lettori e che risalgono alla mattinata di ieri, sabato 15 marzo. Auto dei vigili parcheggiata davanti al bar margherita, in piazza Dante. Ci dicono che da quell'auto è sceso proprio il comandante Negro per sorbire un caffè. Ma non è questo che conta. Da anni provo a spiegare a Negro che lui è oggettivamente responsabile, da comandante, di tutto quello che fanno o non fanno gli uomini alle sue dipendenze. Primo: i vigili urbani devono dare il buon esempio e non parcheggiare in sosta vietata, visto che se in quel luogo avesse parcheggiato un normale cittadino, sarebbe stato multato. E non ci vengano a dire che quello stallo è stato determinato da una necessità emergenziale, perchè ieri mattina di emergenziale non c'era proprio nulla in piazza Dante. Invece c'erano altre auto in sosta vietata, tutte contrassegnate dalle frecce rosse che sono state apposte sulle foto. Questa auto blu che sta sulle strisce potrebbe essere quella del comandante Negro. Accerteremo la cosa. Potrebbe essere o anche non potrebbe essere. Ma resta la gravità del fatto. Gianluigi Guarino