Cronaca Nera

CAMORRA E RIFIUTI. Discarica di Parete, processo con rito abbreviato per Cicciotto, Vincenzo Zagaria e l'imprenditore Vassallo

A novembre 2013 Bidognetti e' stato gia' condannato, sempre con rito abbreviato, dal gup Claudia Picciotti a 20 anni per disastro ambientale


PARETE- Rito abbreviato per i boss dei Casalesi Francesco Bidognetti e Vincenzo Zagaria, ma anche per l'imprenditore del clan poi diventato collaboratore di giustizia Gaetano Vassallo, fra i 22 imputati davanti al gup Giuliana Taglialatela per disastro ambientale. Il rito abbreviato garantira' loro lo 'sconto' di un terzo sulla pena eventualmente comminata. L'indagine riguarda la gestione della discarica di Vassallo fra Giugliano e Parete, nella quale furono sversati abusivamente per conto del clan rifiuti provenienti delle industrie del Nord Italia, anche tossici e nocivi per la salute. Ammesse dal gup come parti civili Legambiente, la Provincia di Caserta, e l'associazione Agenda 21. A novembre 2013 Bidognetti e' stato gia' condannato, sempre con rito abbreviato, dal gup Claudia Picciotti a 20 anni per disastro ambientale nell'ambito del processo sulla discarica di Giugliamo della Resit.