Politica

MARCIANISE. Quattro consiglieri vogliono Biagino Tartaglione fuori dalla giunta. Il sindaco chiede time out

La discussione sulla permanenza in giunta del delegato alle Attività Produttive è rimandata a lunedì prossimo


MARCIANISE - Trema la poltrona di Biagino Tartaglione, le cui manie di protagonismo sembrano non andare più giù a numerosi membri del consiglio comunale di Marcianise, primi tra tutti quelli della maggioranza che egli stesso rappresenta in qualità di delegato alle Attività Produttive. Il vertice di maggioranza che si è svolto nel pomeriggio di ieri ha reso più che chiara la criticità della posizione di Tartaglione: il gruppo Fratelli d'Italia, appoggiato nella sua richiesta dal consigliere Paride Amoroso, ha chiesto le dimissioni subito. Ci sono andati più cauti, invece, i rappresentanti del Nuovo Centrodestra che, attraverso una richiesta formale del consigliere Domenico Amarando, hanno proposto di discuterne con più calma in un vertice allargato coi rappresentanti dei partiti, fissato per la mattinata di lunedì prossimo. Il sindaco De Angelis ha acconsentito a questa procrastinazione, ma le prospettive di permanenza in giunta, per Biagino Tartaglione, si fanno sempre più deboli.