DETTAGLIO ARTICOLO

TUTTE LE FOTO, CASTEL VOLTURNO. Nel paese delle polemiche sulla mancata differenziata, le Sentinelle fanno... scuola con la compostiera all'Isiss

Ecco i dettagli dell'iniziativa ed in calce anche il cronoprogramma del progetto


CASTEL VOLTURNO. Come avevamo annunciato qualche settimana fa, anche quest’anno il Bando di Microprogettazione Sociale 2012-2013 del CSV Asso.Vo.Ce. (Centro di Servizio per il Volontariato della provincia di Caserta ) prevedeva tra le aree tematiche la Tutela della salute e dell'ambiente. L’Associazione Le Sentinelle, rappresentata da Paola Castelli, regolarmente iscritta al Registro Regionale delle ODV della Campania , iscritta al Registro Comunale e operante sul territorio di Castel Volturno dal febbraio del 2011, nell'ambito della tutela e salvaguardia del patrimonio ambientale, e sensibile anche al’esigenza espressa d’amministrazione Comunale di Castel Volturno, nella persona del Commissario Straordinario,  Antonio Contarino, di contare sulla collaborazione delle associazioni di volontariato del territorio, per educare la cittadinanza ad una corretta gestione dei rifiuti, in un territorio ove la raccolta differenziata stenta a partire e l’emergenza rifiuti è un problema quotidiano, ha proposto un progetto dal nome “La scuola verso rifiuti zero”, che è stato scelto, tra i tanti partecipanti al Bando, per essere finanziato. In risposta a tale esigenza l’Associazione “Le Sentinelle”, ha promosso con questo progetto una campagna di sensibilizzazione rivolta appunto ad un gruppo di studenti dell’Istituto Alberghiero, uno degli indirizzi dell’ISIS di Castel Volturno, e al personale scolastico, in quanto ritiene che i cittadini di domani siano coloro che per primi debbano essere educati ad avere sempre maggior rispetto per l’ambiente. Educare i giovani ad una corretta gestione dei rifiuti come la plastica, la carta, l’olio esausto e principalmente l’umido, è quello che verrà fatto attraverso alcuni incontri formativi nei quali i giovani dovranno capire che ciò che noi chiamiamo “rifiuti” sono in realtà delle risorse e che buttare via una risorsa è la più grande delle idiozie che l'uomo possa fare. In relazione sempre a tale progetto, ecco una galleria fotografica che sintetizza quanto è avvenuto oggi, 10 marzo, all'Isis di Castel Volturno nel primo appuntamento teso ad implementare la raccolta differenziata. In tale frangente sono stati apposti presso l'istituto dei contenitori per la differenziata, nonchè è giunta una compostiera: La compostiera (dall'inglese composter così come viene indicato dall'enciclopedia Web Wikipedia ndr) o biocompostiera è un contenitore atto ad accogliere la frazione organica dei rifiuti solidi urbani durante la sua decomposizione aerobica. La compostiera può essere fatta di plastica, ma ne esistono diversi modelli artigianali anche autocostruiti in legno e metallo. QUI SOTTO IL COMMENTO DELL'ASSOCIAZIONE AL PRIMO SUO APPUNTAMENTO Alla base di questa iniziativa vi è l’esigenza di educare la cittadinanza di CastelVolturno ad una corretta gestione dei rifiuti, in un territorio ove la raccolta differenziata stenta a partire e l’emergenza rifiuti è un problema quotidiano. Il progetto coinvolge gli studenti di alcune classi dell’Istituto Alberghiero, uno degli indirizzi dell’ISIS di Castel Volturno, privilegiando quelli del corso di cucina, per educarli ad una corretta gestione dei rifiuti come la plastica, la carta, l’olio esausto, ma principalmente l’umido. Attraverso alcuni incontri formativi i giovani dovranno capire che ciò che noi chiamiamo “rifiuti” sono in realtà delle RISORSE e che buttare via una risorsa è la più grande delle idiozie che l'uomo possa fare. Sentinelle2 iniaziativa1