Cronaca Nera

Botte da orbi sul campo di calcio, mega rissa e carabinieri a Roccamonfina

E' successo durante e dopo la partita. Necessario l'intervento dei carabinieri per placare la furibonda rissa


rissa ROCCAMONFINA -  Schiaffi, calci e pugni alla partita tra le squadre di calcio ASD Roccamonnfina di cui è Presidente Loreto Iannuccilli   ed Arienzo.  I Carabinieri della Compagnia di Sessa Aurunca, agli ordini del Capitano Antonio Ciervo, sono  intervenuti per sedare lo scontro, infine per eliminare ulteriori ritorsioni con le tifoserie hanno scortato i giocatori in trasferta, fuori dal territorio roccano. Nella conta dei feriti che,  hanno poi dichiarato di essersi procurati i danni causalmente, visto che rischiavano una denuncia per rissa, risulta esserci un giocatore roccano che ha riportato cosi come riferito dallo stesso,  la lussazione della spalla mentre giocava in campo. Il  trauma è stato verbalizzato dai medici dell’Ospedale di Sessa Aurunca. I Carabinieri sono tuttora impegnati nel verificare la precedente  l’agibilità degli spalti, divelti dall’azione dei rivoltosi,  in quanto da anni sembra che detta struttura non sia stata collaudata.  La partita valevole per l’aggiudicazione nella graduatoria di terza categoria, tra le sopracitate squadre si è conclusa in vero e proprio  match di pugilato, dove giocatori e tifosi se le sono date di santa ragione. Dopo poco tempo che gli spettatori erano intenti ad assistere alla partita, alcuni tifosi per futili motivi hanno dato il via ai tafferugli che sono stati sedati dall’intervento di alcuni presenti. Successivamente, alla fine dei tempi previsti, alcuni giocatori e tifosi delle rispettive squadre si sono lasciati andare ad uno spettacolo vergognoso che, poteva causare danni a tutti visto che lo scontro agonistico ha messo a soqquadro tutta l'area intorno al campo sportivo. Tanti spettatori, non appena hanno avuto sentore della violenza che si sarebbe scatenata da li a poco, siccome erano accompagnati dai loro figlioletti si sono subito allontanati dal campo sportivo, cosi da mettersi al sicuro.  I coinvolti nello scontro, dopo aver fornito la loro versione ai Carabinieri che, fortunatamente sono intervenuti prontamente prima che la rissa degenerasse in una vicenda dai risvolti preoccupati per tutti, prossimamente dovranno pagare le conseguenze a livello dilettantistico in quanto gli organi preposti a far rispettare  le regole basilari di un calcio privo di violenza, emetteranno delle sanzioni sportive nei confronti dei giocatori che si sono resi colpevoli di tale fatto. Nell’espletamento del loro sevizio d’ordine i Carabinieri di Sessa Aurunca, pur non emettendo nessuna denuncia a carico dei colpevoli degli scontri, hanno trascritto i nominativi di  alcuni individui,  nel caso in cui dovessero rendersi colpevoli di altre violenze. Dopodiché hanno scortato la squadra di Arienzo con la tifoseria, ai confini di Roccamonfina. Anna Izzo