Cronaca Nera

CAMORRA E AUTO DI LUSSO. L'impero degli Ianuario. Indagato il marito della consigliera comunale. TUTTI I NOMI DEI 17 coinvolti

Da sola, Tania Eliseo riportò, alle ultime, recenti elezioni comunali, quasi 1/3 dei voti raccolti complessivamente dalla lista di Raffaele Ambrosca. Sotto sequestro immobili, auto, moto, conti correnti e quote societarie di un'autoscuola


CANCELLO ED ARONE - Possiamo aggiornare la notizia lanciata questa mattina, lunedì, sulle due ordinanze di custodia cautelare eseguite dalla Guardia di Finanza della Tributaria di Roma e dagli agenti della Squadra Mobile di Latina, su ordine del Gip del Tribunale di Napoli   nei confronti di sette persone, indagate per associazione per delinquere finalizzata alla commissione di più reati di appropriazione indebita, con l’aggravante di aver agito al fine di agevolare l’associazione camorristica dei Casalesi, del gruppo Schiavone. Come abbiamo già scritto stamane, lunedì, (CLICCA QUI PER LEGGERE) sono coinvolti in questa inchiesta Salvatore e Antonio Ianuario  nonché Salvatore Di Puorto, già colpito, quest'ultimo da ordinanza cautelare per vicende connesse a reati di riciclaggio da parte di esponenti del clan dei Casalesi in Emilia Romagna e nella Repubblica di San Marino. L’operazione, definita ‘Fuori giri‘, ha accertato l’appropriazione indebita in Italia di autovetture di lusso, che sarebbero state esportate anche in Germania. Ma, c'è di più. Nel mirino dei repulisti sono finiti anche i beni della famiglia dei due fratelli Ianuario. Indagato anche il marito di Tania Eliseo, consigliera comunale di Cancello ed Arnone, in quota Raffaele Ambosca. A   Gianfranco Ianuario, infatti,  sono state sequestrate tre auto, moto, 20 rapporti bangari e quote societarie pertinenti l'autoscuola Europa 3000 sempre di Cancello ed Arnone, nonchè immobili ubicati nel palazzo di famiglia. Va rilevato, anche se la relazione non è necessariamente diretta, rispetto a quello che è capitato stamattina, che Tania Eliseo, moglie di Gianfranco Ianuario, e cognata dei due arrestati, ha riportato alle ultime elezioni comunali, ben 505 voti di preferenza personali. In pratica, quasi 1/3 di tutti i voti raccolti dalla lista, capitanata, quale candidato sindaco, da Raffaele Ambrosca. Un po' troppo, che ne dite? Oltre a Gianfranco Ianuario sono indagati in questa articolata inchiesta giudiziaria della Dda di Napoli, anche Muffin Manuel Gambardella Pietro  di Calvi Risorta Comparone Antonio di Maddaloni Luongo Luana moglie Ianuario Cioffo Luca, spedito ai domiciliari Froncillo Luigi di Castel Volturno, anch'egli trasferito ai domiciliari Froncillo Gennaro attualmente ai domiciliari Loconte Michele agli arresti domiciliari Sembianze Umberto Luciano Parato Michele di Maddaloni Cioffo Antonio Coppola Michele Gagliardi Pierina Francesco Schiavone detto Sandokan