Politica

FRATELLI D'ITALIA-AN, Ecco i nomi dei casertani entrati negli organismi nazionali. Ma il caso Mattucci già mina la credibilità del partito

Oggi si è concluso a Fiuggi l'evento che ha sancito l'elezione per l'acclamazione della Meloni a segretario nazionale


G.G. QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO STAMPA SULL'ESITO DEL CONGRESSO DI FRATELLI D'ITALIA Si è tenuto a Fiuggi il primo congresso nazionale di Alleanza Nazionale - Fdi. Al momento fondativo della nuova destra italiana hanno partecipato i 46 delegati casertani, eletti nelle primarie del 22 e 23 febbraio scorso. Il congresso ha ratificato l'elezione di Giorgia Meloni a presidente nazionale e ha eletto gli organi del partito: l'assemblea nazionale composta da 500 membri e l'esecutivo nazionale di 15 componenti. Proprio dalla composizione  di quest'ultimo organo è arrivata in extremis una notizia importante per la provincia di Caserta. Nel massimo organo politico di Alleanza Nazionale é entrato il leader provinciale del partito Gimmi Cangiano, che è anche l'unico campano presente. " Ringrazio Giorgia Meloni, per aver riconosciuto  con la mia nomina nell'esecutivo nazionale del partito una voce alla Campania, ringrazio altresì gli onorevoli Cirielli e Taglialatela per la fiducia mostratami  e per aver  dato all'intera provincia di Caserta una opportunità di tale portata." Oltre a alla nomina di Cangiano nell'esecutivo, sono stati eletti nell'assemblea nazionale i casertani Marco Cerreto,Giorgio Magliocca, Dario Mattucci e quattro  tra i più giovani delegati della provincia: Antimo Menditto, Mario Pillani, Silvia Gravante, e Raffaele Martinelli. Marco Cerreto esprime massima soddisfazione per la due giorni di Fiuggi ' un ritorno al futuro , afferma Cerreto, sono contento del fatto che in questa due giorni si sia vista una vera formazione che parla al cuore degli italiani, pone sul dibattito politico temi fondamentali , e sopratutto investe seriamente sui giovani, la nomina di  iCangiano nell'esecutivo politico e quella di ben sette giovani in assemblea e' un segnale di chiaro riconoscimento ad una classe dirigente capace e credibile'.