Sport

PALLAVOLO. CORPORA all'esame Vicenza

Gricignano dopodomani sfiderà in casa la Volley Towers Vicenza in una partita che vale una stagione


corpora Se nel corso delle stagioni di tutte le squadre in tutti gli sport esiste sempre un momento decisivo, un bivio che consente, imboccata una strada in luogo di un’altra, di cambiare le sorti di un’annata, quello della Corpora Gricignano edizione 2013/2014 è distante pochi giorni. La data X è domenica 9 marzo 2014, ore 18,00. Al PalaPuca scenderanno in campo la squadra allenata da Luciano Della Volpe, decima a 12 punti e la Volley Towers Vicenza, nona a 19 punti. La casella rossa, l’ultimo posto che significa discesa in B, è distante per la Corpora appena due lunghezze, frutto delle due vittorie di fila di Reggio Emilia, ora a 12 assieme a Gricignano e della non eccelsa condizione di Sala Consilina, ferma a quota 10. Il calendario ha in serbo per Gricignano entrambi gli scontri diretti: fra due settimane in casa contro Reggio Emilia e alla penultima giornata nella tana di Sala Consilina. A questi due scontri diretti match Drozina e compagne intendono arrivare con un vantaggio da difendere piuttosto che con un gap da colmare, e per fare ciò occorre conquistare i tre punti contro Vicenza, anche per risucchiare le venete nel gruppone che lotterà per la permanenza in A, a sei giornate dal termine della stagione regolare. Quella di domenica rappresenta la terza sfida fra Gricignano e Vicenza. La prima risale alla final-four di Coppa Italia 2012/2013. Al Palasport di Rovigo le due squadre si affrontarono per la finalina 3° e 4° posto. Con la maglia vicentina c’era Giulia Pascucci, oggi in bianco-blu. Quella partita si risolse al tie-break per Vicenza. Stesso esito (tie-break) con finale differente la sfida di Vicenza del girone d’andata: per la Corpora si trattò una splendida vittoria in rimonta, la prima in questo campionato con la Pascucci mattatrice assoluta del match. Quella di domenica è definita da molti nell’ambiente Corpora il match più delicato della storia del club. Per questo si attende al PalaPuca il tifo delle grandi occasioni, il settimo uomo (o la settima donna) in grado di sospingere la squadra verso la conquista di tre punti che, c’è da giurarci, si riveleranno decisivi quando sarà il momento di tirare le somme di questa fantastica avventura in serie A, la prima per una squadra di volley femminile della provincia di Caserta.