Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    SERIE D. MARCIANISE, sconfitta kamikaze. GLADIATOR, vittoria della speranza


    In vantaggio fino al 78', il Progreditur di Foglia Manzillo si arrende alla Gelbison che completa la rimonta in pieno recupero. Addio primato, ora in vetta c'è il Taranto. I nerazzurri tornano a sperare grazie a De Feo. Diana sbaglia un calcio di rigore ma questa volta la formazione di Di Somma non crolla nel finale. Tutti i risultati, la classifica aggiornata ed il prossimo turno

    Sconfitta dolorosa con il Gelbison per il Progreditur Marcianise del presidente D'Anna, qui a destra

    Sconfitta dolorosa con il Gelbison per il Progreditur Marcianise del presidente D’Anna, qui a destra

    GELBISON – PROGREDITUR MARCIANISE 3-2

    GELBISON (4-4-2): Carotenuto; Di Filippo, Ruggieri, Giordano, Consiglio; Monzo (70’ Passaro), Tricarico, Camorani (64’ Aufiero), Grimaudo;  Trimarco (52’ Sica), Tedesco. A disp.: Cimmino, Criscuolo, Magliocca, Iorio, Iannelli, Abagnale. All. Erra

    PROGREDITUR MARCIANISE (3-5-2): Imbimbo; Lagnena, Posillipo, Corduas; Ciano (73’ Viola), Vitiello, Temponi (83’ Allegretta), Gerardi (73’ Rossetti), Vitiello; Iadaresta, Citro. A disp.: Navarra, Pagano, Conte, D’Anna, Di Ronza, Tenneriello. All. Foglia Manzillo

    ARBITRO: Meraviglia di Pistoia (Livolsi e Gambini).

    RETI: 15’ Grimaudo, 28’ Gerardi, 60’ Citro, 78’ Ruggeri, 93’ Sica.

    NOTE: Calci d’angolo: 7-2 per il Progreditur Marcianise. Ammoniti: Vitiello e Lagnena (PM) e Camorani (GE). Spettatori circa 300 di cui 50 provenienti da Marcianise.

    Un goal a tempo scaduto condanna il Progreditur Marcianise ad una sconfitta dolorosa, in vista dello scontro diretto contro il Matera, oggi a riposo, e che comporta il sorpasso del Taranto, vittorioso in casa del Monospolis. Nulla è compromesso del tutto ma ora non sono ammessi più errori.

    Nel Progreditur Marcianise confermato il terzetto Lagnena-Posillipo-Corduas a difesa di Imbimbo. A centrocampo torna Gerardi al posto di D’Anna insieme a Vitiello e Temponi con Ciano e Verdone sugli esterni. In attacco c’è Iadaresta e non Allegretta al fianco di Citro. Nella Gelbison le novità rispetto al 3-1 rifilato al Taranto sono Monzo e Grimaudo.

    L’approccio del Marcianise è buono ed al 4’ arriva il primo pericolo per la porta di Carotenuto con un tiro di Verdone che sfiora il palo. Il Progreditur costringe la Gelbison ad aspettare ed a provare a ripartire. Al 13’ ci prova Citro ma Carotenuto respinge. I padroni di casa si svegliano giusto in tempo per passare il vantaggio: è il 15’ quando Tedesco pennella un calcio d’angolo per Grimaudo che realizza l’1-0.

    I gialloverdi non ci stanno ed al 22’ c’è un episodio dubbio: Gerardi serve Temponi sul filo del fuorigioco ma il guardalinee alza la bandierina quando l’esterno sarebbe stato a tu per tu con Carotenuto. Sono le prove generali del meritato pareggio che arriva al 28’: contropiede orchestrato da Citro per Iadaresta il cui tiro è respinto da Carotenuto, con Gerardi più veloce di tutti nel catturare il pallone e ribadire in rete: 1-1. I marcianisani continuano a spingere ma non creano pericoli e così all’intervallo si va senza recupero sull’1-1.

    Il secondo tempo comincia come il primo: Marcianise che fa la partita e Gelbison che aspetta per partire in contropiede. Al 56’ proteste Progreditur dopo un contatto in area di rigore tra Citro e De Filippo per cui veniva richiesto il penalty. Due minuti dopo pericolosa la Gelbison: Tedesco salta Corduas in dribbling ma poi effettua un tiro cross che Imbimbo respinge senza troppi problemi. Al 60’ gialloverdi in vantaggio con un gran tiro dalla distanza di Citro ma Carotenuto nell’occasione è tutt’altro che perfetto.

    La Gelbison prova a scuotersi ma ora è il Marcianise ad aspettare ed a ripartire in contropiede. Al 70’ clamorosa occasione per il pareggio locali: Imbimbo respinge male un calcio di punizione con palla che finisce a Tedesco ma l’attaccante di casa calcia incredibilmente sul palo. Due minuti dopo ancora un’uscita sbagliata di Imbimbo crea un’occasione per i padroni di casa ma questa volta è Citro a salvare, respingendo sulla linea il tiro a botta sicura di Sica. Foglia Manzillo inserisce forze fresche (Rossetti e Viola per Gerardi e Ciano) ma sono ancora i locali a sfiorare il pareggio prima che Citro si involi in contropiede, sfiorando il palo della porta di Carotenuto. Al 78’ il meritato pareggio della formazione di casa con Ruggeri su calcio di punizione.

    I gialloverdi accusano il colpo e Foglia Manzillo prova a scuoterli inserendo Allegretta per Temponi e passando al 3-4-1-2. Ed è proprio il neo entrato all’87’ a sciupare una clamorosa occasione sbagliando, su assist di Citro, il pallonetto sul portiere in uscita. All’89’ ancora Progreditur vicino al vantaggio con Viola che calcia alto da buona posizione. E così al 3’ di recupero arriva la beffa: svarione difensivo che favorisce Sica e 3-2.

    GLADIATOR-METAPONTINO 1-0

    GLADIATOR (4-5-1): Cerreti; Degli Innocenti, Simonetti, Esposito (94’ Franchini), Diana; Mazza (80’ Scarano), Carfagno, Bonavolontà, De Feo, Del Gaudio; De Falco (74’ Puccinelli). In panchina: Petrellese, Laezza, Scarano, Puccinelli, Santaniello, Piccirillo, Sandu, Franchini, Carnevale. All. Di Somma

    REAL METAPONTINO (4-4-2): Pentimone; Cati (29’ Tundo), Caridi, Maglione, Ambrosecchia; De Tommaso,  Iennaco Cadaleta, Di Senso; Cirigliano, Orlando (50’ Bongermino). In panchina: Marino, Barreca, Lorusso, Tundo, Marchesano, Ostaku, Partipilo, Bongermino, Gallitelli. All. Catalano

    RETE:  3′ De Falco

    ARBITRO: Raffaele Agrò della sezione di Terni (assistenti: Nicolò Aurora di Molfetta ed Antonio Valentini di Bari)

    NOTE: Ammoniti: Carfagno (G) e Maglione (R). Calci d’angolo: 4-1 per il Gladiator. Recupero: 2’ pt e 5’ st. Spettatori: 250 circa

    Il Gladiator batte una diretta concorrente per la salvezza e torna a sperare nella permanenza in D. Il penultimo posto che vale i play-out è lontano solo due punti, vista la sconfitta della Puteolana.

    Tra i nerazzurri c’è Degli Innocenti sulla fascia destra con Diana a sinistra e la coppia centrale Simonetti-Esposito a difesa della porta di Cerreti. De Falco è il centravanti affiancato sugli esterni da Mazza e Del Gaudio che, in fase difensiva, si piazzano in linea con i centrocampisti Carfagno, Bonavolontà e De Feo.

    Locali subito in vantaggio: lancio di Diana che trova De Falco, entra in area di rigore e batte Pentimone.Il Gladiator gestisce la partita ed al 19’ sfiorano il raddoppio: controllo sbagliato di Caridi, cui Del Gaudio toglie palla e si presenta tu per tu con Pentimone, calciando a lato. Al 38’ occasione ancora più clamorosa: azione di Del Gaudio che salta Tundo ed, entrato in area di rigore, viene atterrato da Maglione. Il penalty di Diana è calciato bene ma Pentimone vola all’angolo e respinge sulla testa di Diana ma il portiere riesce a parare.

    Nella ripresa, gli ospiti cominciano meglio. Al 56’ sponda di Cirigliano per Cadaleta, tiro che sfiora l’incrocio dei pali. Diventa una sofferenza ma una nuova buona occasione per il Metapontino arriva solo all’88’: conclusione ravvicinata di De Tommaso respinta da Cerreti, palla ancora al calciatore ospite ed il portiere nerazzurro para.

    Redazione sportiva

    ALTRI RISULTATI: Monospolis-Taranto 0-1, Francavilla-Turris 1-3, Brindisi-Bisceglie 3-0, San Severo-Mariano Keller 2-0,  Grottaglie-Real Hyria 2-2, Puteolana-Manfredonia 0-1. Riposa: Matera

    CLASSIFICA: Taranto 55; PROGREDITUR MARCIANISE 54; Matera (1 partita in meno) e Turris (1 partita in meno) 52; Monospolis 50; Francavilla 49;  Brindisi (1 partita in meno) 48; Gelbison (1 partita in meno) 39; Bisceglie (1 partita in meno) e San Severo (1 partita in meno) 34; Mariano Keller (1 partita in meno) e Real Hyria (1 partita in meno) 32; Manfredonia (1 partita in meno) 31; Metapontino (1 partita in meno) 26; Grottaglie (1 partita in meno) 25; Puteolana 23 (1 partita in meno); GLADIATOR (1 partita in meno) 21

    PROSSIMO TURNO: PROGREDITUR MARCIANISE-Matera, Real Hyria-GLADIATOR, Taranto-Francavilla, Turris-Brindisi, Real Metapontino-Gelbison, Bisceglie-San Severo, Mariano Keller-Puteolana, Manfredonia-Grottaglie. Riposa: Monospolis.

    PUBBLICATO IL: 6 aprile 2014 ALLE ORE 19:13