Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTANA in semifinale. Falchetti ancora una volta infallibili dal dischetto


        I rossoblu soffrono soprattutto nella ripresa il Matera che va per un paio di volte vicinissimo al vantaggio. Ma come era successo domenica scorsa a Cosenza, gli uomini di Maiuri si dimostrano più freddi dal dischetto. Longobardi para un rigore. Pasquale Esposito mette a segno quello decisivo SECONDO TEMPO MATERA  - La Casertana […]

     

    Nella foto Longobardi e Esposito

     

    I rossoblu soffrono soprattutto nella ripresa il Matera che va per un paio di volte vicinissimo al vantaggio. Ma come era successo domenica scorsa a Cosenza, gli uomini di Maiuri si dimostrano più freddi dal dischetto. Longobardi para un rigore. Pasquale Esposito mette a segno quello decisivo

    SECONDO TEMPO

    MATERA  - La Casertana è in semifinale dei playoff. Ancora una volta la lotteria dei rigori arride ai falchetti. QUella che era stata la croce di tutta la stagione casertana, cioè la difesa, è diventata la sua forza sia domenica scorsa a Cosenza che oggi a Matera. Soprattutto nella ripresa i falchetti hanno sofferto la pressione dei materani sorretti da un grosso pubblico e al 26′ hanno rischiato di capitolare quando Ferrenti si è presentato solo in area sbagliando la battuta a reta. I falchetti hanno stretto i denti eppur schiacciati nella loro metà campo hanno retto l’impatto.

    In queste partite ci vuole anche un po’ di fortuna, e la fortuna è quella che bacia la traversa di Longobardi contro la quale si schianta il pallone calciato dal bravissimo Cruciani, l’uomo dai piedi buoni del Matera.

    La Casertana sa di essere forte ai rigori e riesce a condurre il risultato fino al termine, poi i tiri dal dischetto: segna Olivera per il Matera, pareggia Toscano, come sempre capita sono i tiratori più bravi a sbagliare. Ed infatti Cruciani tira fuori il secondo rigore. Non fallisce la battuta, invece, Ancione. Il Matera si riscatta con Todino. Implacabile la replica di D’alterio. Si passa al quarto rigore: ancora un errore del Matera con Caldore. Il suo tiro è parato da Longobardi. La Casertana potrebbe chiudere la pratica ma Gennaro Esposito, stavolta, si fa parere il rigore dall’estremo Lucano. Quinto e ultimo turno. Ciano segna. A questo punto la responsabilità è tutta nei piedi di Pasquale Esposito. Se Segna è in semifinale la Casertana, se sbaglia si prosegue a oltranza. La palla si infila in porta ed è ancora festa rossoblù

    PRIMO TEMPO

    MATERA – Partita equilibrata, i lucani si fanno preferire nella prima parte, mentre i falchetti escono fuori alla distanza. In realtà il match si apre con un’occasione proprio della casertana. Su calcio di punizione di Alvino, Ancione allunga la traiettoria verso il secondo palo. Lì sul pallone si proetta  il difensore Esposito che colpisce di testa ma viene in contatto col portiere del Matera Bianco. Palumbo mette in rete ma è fallo e l’arbitro annulla.

    Il matera mette in difficoltà i falcehtti soprattutto sulle fasce. Maiuri corre ai ripari e inverte la posizione dei laterali, successivamente lo fa anche con le due ali Varsi e Alvino.

    Il Matera si fra pericoloso al 20′ con Caldore che colpisce di testa con il pallone che sfiora il palo. Gioco spezzettato con la palla che entra in area soprattutto sulle tante punizioni a favore del Matera. E’ Cruciani a disegnare traiettorie insidiose ben controllate però dalla retroguardia dei falchetti attenta in questo primo tempo, al pari di quanto lo fu nella partita di domenica scorsa a Cosenza.

    Dopo la mezz’ora la Casertana si scuote e la partita si fa più equilibrata. Occasioni vere da goal non ce ne sono, però i rossoblu tengono botto e al 45esimo avanzano qualche timida protesta per un contatto in area tra Palumbo e un paio di difensori materani. Per l’arbitro è tutto regolare.

    Nei tre minuti di recupero è ancora il Matera a farsi pericoloso con un colpo di testa in precaria coordinazione di Oliveira, imbeccato dal solito Cruciani.

     

    MATERA-CASERTANA

    MATERA: Bianco (40′ st Bifulco), Ferrenti, Ciano, Marinucci P. (12′ pt Cruciani), Scardala, Calabuig, Muro, Cardore, Villa (40′ st Colantuoni), Todino, Oliverira. A disp.: Mauro, Ruggiero, Ceccarelli, Di Gennaro. All. Chiricallo

    CASERTANA: Longobardi; D’Alterio Scognamiglio Esposito P. Cirillo; Alvino (43′ st Bonanno) Ruscio (28′ st Toscano) Chiavazzo Varsi; Ancione; Palumbo (22′ st Esposito G.). A disp.: Leone, Pezzullo, Maresca, Bacio Terracino, Esposito. G.

     

     

    PUBBLICATO IL: 26 maggio 2013 ALLE ORE 17:01