Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LEGAPRO. AVERSA, ora l’obiettivo sono i play-out


    Il quinto pareggio consecutivo, il quarto da quando in panchina siede Provenza, ha fatto scivolare i normanni al 13esimo posto in classifica

    Quarto pareggio in quattro partite per Provenza. Urge una svolta

    Quarto pareggio in quattro partite per Provenza. Urge una svolta

    Lo 0-0 con l’Aprilia è stato il quinto pareggio consecutivo dell’Aversa Normanna, il quarto da quando in panchina siede Provenza. Un tempo ed un legno per parte hanno reso il risultato probabilmente il più giusto, anche se probabilmente entrambe non sanno cosa farsene.

    Il primo tempo è stato di marca ospite. Granata impalpabili, le migliori occasioni (e la traversa) di marca laziale mentre la formazione di casa raramente impensieriva il portiere Pane, per lungo tempo inoperoso. Nella ripresa l’esatto opposto. La formazione di Provenza ha accelerato, messo in apprensione la difesa ospite ripetutamente (e colpito la traversa con Orlando), Russo spettatore non pagante.

    Insomma un’Aversa versione dottor Jekyll e mister Hyde, tra primo e secondo tempo, come già in campionato tra l’andata ed un girone di ritorno in cui non riesce più a vincere. Con l’aggravio che ora i normanni sono 13esimi, posizione che spedirebbe dritti in D. A voler trovare qualcosa di buono c’è che l’ottavo posto si è avvicinato ma recuperare 4 punti a 4 giornate dalla fine del campionato, impresa per la quale potrebbe non bastare conquistare tutti i 12 punti possibili, sembra un’impresa complicatissima per una squadra che nel girone d’andata non ha ancora vinto in casa e non conquista l’intera posta in palio da otto giornate. Ed anche fare bottino pieno potrebbe essere inutile visto che ora ci sono tre squadre, quattro con il Sorrento che ha gli stessi punti dei granata ma gli scontri diretti favorevoli, tra la Vigor Lamezia (ottava) ed i normanni.

    Spiace ancora una volta aggiornare i record negativi del reparto avanzato: 25 reti (secondo peggiore del campionato) in 30 partite, 5 nelle ultime 10, 10 partite senza segnare più di un goal. Numeri che confermano come a questo punto non resti, come già scritto nelle scorse settimane, che agguantare i play-out e cercare di conquistare la migliore posizione possibile nella griglia di partenza.

    Redazione sportiva

     

    PUBBLICATO IL: 31 marzo 2014 ALLE ORE 19:27