Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LEGAPRO. AVERSA, conta solo vincere


    Nell'anticipo di domani contro il Tuttocuoio, solo una vittoria può rilanciare le ambizioni dei normanni di evitare i play-out. Rientrano Esposito e Di Girolamo, Di Vicino e Jogan le novità rispetto a Cosenza, Prevete o Villanova le possibili sorprese. Di Costanzo all'ultima spiaggia

    jogan

    Jogan dovrebbe essere il partner d’attacco di Orlando

    Appaiate all’11esimo posto a quota 31, la partita di domani tra Aversa Normanna e Tuttocuoio deciderà chi, vincendo, potrà continuare a coltivare sogni di arrivare tra le prime otto che conquisteranno la Legapro unica del prossimo anno e chi, perdendo, rischierà seriamente di scendere in serie D. Un pareggio invece potrebbe servire a poco od a nulla ad entrambe, con il rischio di una condanna alla roulette dei play-out  in cui quattro squadre si giocheranno un unico posto per la salvezza.

    Bastano queste considerazioni dettate dalla classifica ad indicare quanto sia fondamentale per entrambe la partita di domani. Una partita da giocare senza fare troppi calcoli e da vincere per le due formazioni. In casa Aversa Normanna, Di Costanzo (a quanto sembra all’ultima spiaggia per difendere la sua panchina) non ha che l’imbarazzo della scelta visto che tutta la rosa è a sua disposizione, compresi Esposito e Di Girolamo al rientro dalla squalifica e che torneranno in campo al posto di Balzano e Nocerino. Per quanto visto nell’amichevole a ranghi misti di mercoledì, Russo potrebbe essere confermato tra i pali al posto di D’Agostino. Altra novità rispetto alla formazione iniziale di Cosenza dovrebbe essere Di Vicino in campo dal 1’ al posto di Galizia. In attacco, al fianco del confermato Orlando (il cui goal a Cosenza è stato messo, sulla base dei voti di tifosi ed appassionati, al terzo posto della classifica di giornata dei goal più belli in Legapro di SportTube), dovrebbe esserci Jogan e non Vicentin. La sorpresa rispetto a quanto detto potrebbe essere Prevete o Villanova, parsi molto pimpanti in settimana, al posto di Suarino. Difficile invece che si veda, almeno dall’inizio (a partita in corso chissà), il 3-5-2 sperimentato in chiusura di allenamento. Se davvero Di Costanzo è sulla graticola, preferirà puntare sulle sue certezze tattiche.

    I toscani, reduci dalla vittoria contro il Castel Rigone, si schiereranno con l’abituale 4-3-2-1. Tre  i dubbi, dettati da acciacchi vari, di mister Alvini. Balde è favorito su Colombini per giocare al fianco di Falivena in difesa. Salzano dovrebbe essere preferito a Catanese, il cui innesto è possibile anche al posto di Giannattasio, in mezzo al campo. mentre in attacco Ferrari è in vantaggio nel ballottaggio con Cherillo, per giocare al fianco di capitan Colombo, rientrato con goal proprio nella partita contro la formazione di Fusi.

    Arbitrerà  il signor Marinelli di Tivoli, affiancato da Lacalamita e Di Monte. L’unico precedente con il fischietto laziale non è dei più beneauguranti, visto che si riferisce alla gara di andata, vinta 3-0 dai toscani. I tifosi granata sono autorizzati agli scongiuri.

    Redazione sportiva

    AVERSA NORMANNA (4-4-2): Russo; Gennari, Porcaro, Di Girolamo, Esposito; Comini, Gatto, Suarino, Di Vicino; Orlando, Jogan.

    TUTTOCUOIO (4-3-1-2): Bacci; Arvia, Falivena, Balde, Cacelli; Giannattasio, Zane, Salzano; Di Giuseppe; Colombo, Ferrari

     

    PUBBLICATO IL: 28 febbraio 2014 ALLE ORE 16:17