Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LEGAPRO. AVERSA, a Messina per l’esame di maturità


    Domenica nuova trasferta a Messina: l’obiettivo è non vanificare la vittoria di Sorrento, come invece fatto contro l’Ischia dopo il blitz di Castel Rigone. Galizia squalificato, possibilità di recupero per Di Vicino E’ da ieri al lavoro l’Aversa Normanna in vista della partita di domenica a Messina. La squadra ieri e questa mattina si è allenata a […]

    Sconfitta sfortunata per l’Aversa Normanna di Di Costanzo

    Domenica nuova trasferta a Messina: l’obiettivo è non vanificare la vittoria di Sorrento, come invece fatto contro l’Ischia dopo il blitz di Castel Rigone. Galizia squalificato, possibilità di recupero per Di Vicino

    E’ da ieri al lavoro l’Aversa Normanna in vista della partita di domenica a Messina. La squadra ieri e questa mattina si è allenata a Lusciano, decisa a non vanificare il blitz esterno, come già fatto dieci giorni fa contro l’Ischia dopo la vittoria a Castel Rigone. Anche perché per essere tranquilli ce ne vuole ancora. Del resto stiamo entrando nella fase calda del torneo e fare risultato anche in Sicilia permetterebbe un ulteriore passo verso la conferma nella LegaPro unica del prossimo anno. Dunque, più che Sorrento, sarà domenica il vero esame di maturità per la formazione normanna.

    Mancherà Galizia squalificato (dopo aver rimediato la quarta ammonizione in campionato) come pure il vice di Di Costanzo, Vanacore (espulso nell’ultima partita). Da valutare in questi giorni l’infortunio di Di Vicino, uscito nel primo tempo domenica scorsa. I primi esami sembrano aver escluso problemi ma non sembra qualcosa di irrecuperabile.

    A Sorrento, il sigillo di Orlando ha messo la firma su una vittoria più che meritata per i granata, che hanno ottenuto tre punti importantissimi: buona chiusura degli spazi con pochi rischi anche durante il forcing finale dei padroni di casa, rapide ripartenze in contropiede che avrebbero potuto portare un paio di volte almeno al raddoppio, che c’è stato ma annullato per un fuorigioco. Positivo anche l’esordio, nonostante si fosse aggregato ai compagni all’ultimo momento, dello sloveno Jogan. E’ stata la vittoria dell’orgoglio, caratteristica che forse quest’anno non è mai mancata ai granata che, quando si sono trovati a dover vincere a tutti i costi, hanno sempre dato del loro meglio.

    Insomma l’Aversa che tutte le domeniche i tifosi vorrebbero vedere. Magari senza bisogno di essere ‘pungolata’ in settimana…

    Redazione sportiva

    PUBBLICATO IL: 5 febbraio 2014 ALLE ORE 15:38