Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LEGA PRO, le altre. Rallentano Teramo e Cosenza


    Il Teramo pareggia in casa, il Cosenza perde fuori. Oltre alla Casertana, ne approfitta il Foggia che vince a Lamezia. In coda vittoria dell’Arzanese, che lascia l’ultimo posto al Gavorrano Teramo-Poggibonsi 1-1 Uno scialbo Teramo non va oltre il pareggio casalingo con il Poggibonsi, che consente comunque di guadagnare un punto sul Cosenza sconfitto a […]

    Il Teramo pareggia in casa, il Cosenza perde fuori. Oltre alla Casertana, ne approfitta il Foggia che vince a Lamezia. In coda vittoria dell’Arzanese, che lascia l’ultimo posto al Gavorrano

    Teramo-Poggibonsi 1-1
    Uno scialbo Teramo non va oltre il pareggio casalingo con il Poggibonsi, che consente comunque di guadagnare un punto sul Cosenza sconfitto a Sorrento, e mantenere in tal modo la vetta della classifica. Nel primo tempo da segnalare l’espulsione rimediata da Scipioni per fallo su Ferretti lanciato a rete. Nella ripresa al 63′ un cross di Casolla per Gaeta trova la deviazione decisiva di Checchi. Il Poggibonsi pareggia all’84’ con Ferretti.

    Ischia-Chieti 0-3
    Inizia nel migliore dei modi il nuovo corso del Chieti. Succede tutto nel secondo tempo, in una ventina di minuti: prima una doppietta di Guidone (50’ e 64’) poi il goal di Berardino (70’) che chiude l’incontro regalano la vittoria a De Patre. Ma sulla vittoria ci sono anche le mani di Robertiello che para due calci di rigore. Ma resta la grande partita dei nero verdi, che ora hanno il morale alto e puntano a scalare posizioni in classifica

    Arzanese-Messina 1-0
    L’Arzanese vince lo scontro diretto contro il Messina e continua a sognare la rimonta salvezza. I sette punti raccolti dai ragazzi di Marra nelle ultime tre partite hanno rilanciato le ambizioni dei biancocelesti, che contro i siciliani hanno colto una vittoria fondamentale in tal senso. Ora il distacco dalla zona playout è di 7 punti e, visto lo splendido momento di forma attraversato dai partenopei, la partita di sabato prossimo col Gavorrano appare di vitale importanza. Il Messina della prima frazione dimostra di non avere timori e produce buone trame di gioco, con un Costa Ferreira ispirato in mezzo al campo e un Corona d’altri tempi. La posta in palio è altissima e la gara offre pochi spunti per lo spettacolo. L’Arzanese comincia a premere maggiormente e al 58’ passa in vantaggio. Sulla punizione calciata da Giannusa, decisiva è la deviazione della barriera che spiazza Lagomarsini che pur tentando il tutto per tutto non riesce ad agguantare la sfera. È il gol che vale i tre punti, meritati dai biancocelesti per l’intensità e la cattiveria agonistica messe in campo contro una squadra, il Messina, apparso nella ripresa troppo prevedibile e mai pericoloso. Una vittoria che fa bene al morale e alla classifica. Per la squadra della famiglia Serrao, con queste premesse, nulla appare impossibile.

    Sorrento-Cosenza 1-0
    Un Cosenza senza mordente viene punito da Musetti al 37’. E’ tutta qui la partita, che i lupi chiuderanno in 10 per la doppia ammonizione di Giordano. La battuta d’arresto è inaspettata. La squadra rossoblù subisce gol in chiusura di primo tempo e non riesce a rimontare denotando una certa involuzione nella carica agonistica e nervosa, che era stato il fiore all’occhiello di Cappellacci e soci per tutto il girone d’andata. Il Sorrento ha giocato la sua onesta partita e ha avuto il merito di capitalizzare al massimo forse l’unica vera occasione da gol della partita. Il Cosenza, dal canto suo, non ha mai trovato la tanto auspicata superiorità numerica ed è andato puntualmente a cozzare contro il muro eretto dalla difesa sorrentina. E’ chiaro che tra i calabresi c’è qualcosa che non va e non per la ristrettezza dell’organico (oggi erano soltanto 15 gli elementi disponibili).

    Vigor Lamezia-Foggia 0-1
    E’ un goal di Filosa al 53’ a regalare il successo al Foggia sul campo della Vigor Lamezia. Il calciatore regala ai satanelli tre punti importanti che li portano a -3 dalla vetta, in coppia con la Casertana.

    Melfi-Tuttocuoio 0-2
    Grazie alle reti di Salzano al 20’ e Ferrari nel recupero del primo tempo (che colpisce anche una traversa) i neroverdi espugnano Melfi. I ragazzi di mister danno un calcio alla crisi e tornano al successo dopo ben sette gare (6 sconfitte e un pareggio con l’Aprilia).

    Aprilia-Martina 1-1
    Termina 1-1 la partita tra Aprilia e Martina Franca. L’atteso confronto è stato caratterizzato una pioggia battente, protagonista per tutto l’arco del match rendendo il terreno molto pesante. Al 33’ il Martina passa in vantaggio: contropiede scaturito da un errore difensivo, Arcidiacono taglia il campo per Ilari che tutto solo infila l’incolpevole Ragni. Ad inizio ripresa l’Aprilia rimette le cose a posto. Al 50’ bella azione Montella, D’Anna, finalizzata da Barbuti con un tocco sottomisura. Al 52’ Marino è espulso per doppia ammonizione, Aprilia in dieci. Al 60’ anche in campo si torna in parità, Montalto commette fallo a gioco fermo su Del Duca e l’attaccante di mister Napoli conosce anzitempo la via degli spogliatoi.

    Redazione sportiva

    CLASSIFICA: Teramo 38; Cosenza 36; CASERTANA e Foggia 35; Castel Rigone 29; Melfi ed AVERSA NORMANNA 28; Vigor Lamezia 27; Ischia 26; Poggibonsi e Chieti 25; Tuttocuoio 24; Sorrento 23; Messina, Martina ed Aprilia 22; Arzanese 17; Gavorrano 14

    PROSSIMO TURNO: Martina-CASERTANA; AVERSA NORMANNA-Ischia; Tuttocuoio-Teramo; Cosenza-Vigor Lamezia; Foggia-Melfi; Messina-Castel Rigone; Poggibonsi-Sorrento; Chieti-Aprilia; Gavorrano-Arzanese

    PUBBLICATO IL: 19 gennaio 2014 ALLE ORE 18:33