Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LEGA PRO, le altre. Cadono Cosenza e Teramo, sale il Foggia


      Le prime due sconfitte rispettivamente ad Aprilia (0-1) ed in casa dal Castel Rigone (3-4), i satanelli salgono al secondo posto. Tutti i risultati commentati, la classifica aggiornata ed il prossimo turno Teramo-Castel Rigone 3-4 Tante emozioni, alla fine esulta il CastelRigone che infligge la seconda sconfitta consecutiva al Teramo, in 10 per quasi […]

     

    Le prime due sconfitte rispettivamente ad Aprilia (0-1) ed in casa dal Castel Rigone (3-4), i satanelli salgono al secondo posto. Tutti i risultati commentati, la classifica aggiornata ed il prossimo turno

    Teramo-Castel Rigone 3-4

    Tante emozioni, alla fine esulta il CastelRigone che infligge la seconda sconfitta consecutiva al Teramo, in 10 per quasi tutto il secondo tempo per l’espulsione di Gregorio, ma che subisce tre reti su calcio da fermo. Ospiti in vantaggio al 27, con Tranchitella su assist di Vicedomini. 5′ ed è 1-1, con un autogoal di Sbaraglia su cross di Di Paolantonio. Al 41′ padroni di casa in vantaggio al termine di un contropiede, partito da Gaeta e concluso da Dimas. Al 49′ il 2-2 di Gimmelli su azione di calcio d’angolo. Pochi minuti e arriva il 3-2 ospite: fallo di Gregorio (espulso) su Bontà in area di rigore e penalty realizzato da Tranchitella. Al 59′ è ancora Dimas a rimettere il risultato in parità, dopo il passaggio di Petrella. Il Teramo, con il senno di poi a torto, non si accontenta e continua ad attaccare ma spreca. E così al 77′ arriva il definitivo 3-4, con Mattelli ancora su azione da corner. E per non farsi mancare nulla all’83’ Dimas coglie il palo su calcio di punizione

    Gavorrano-Tuttocuoio 3-2

    Una sconfitta fuori tempo massimo e con tante polemiche per il Tuttocuoio, che accusano arbitro e collaboratori di aver condizionato la gara conclusasi con la terza partita persa consecutiva. Al 26’ il vantaggio nero verde con il cross di Giattnasio deviato da Vinci nella sua porta. Al 42’ ospiti però in 10 con Caroccio, per un fallo di reazione. Ed in pieno recupero è Faloni fa 1-1 al termine di una mischia. Il Gavorrano trova un nuovo vantaggio al 51’, con un calcio rigore trasformato da Ferretti, per un fallo di Fatticcioni. Ma poi arrivava la rimonta dei locali, con le reti dei subentrati Bianconi (80’ di testa) e Nocciolini (95’, sbrogliando una mischia).

    Aprilia-Cosenza 1-0

    Una beffa indolore. I lupi vengono sconfitti, dopo quasi tre mesi, con una rete subita a 2’ dal termine ma conservano la vetta della classifica. A decidere è Corsi, su assist di Montella dalla sinistra. Per i ragazzi di Cappellacci le recriminazioni sono per la traversa colpita da Alessandro al 54’ su passaggio di Mosciaro. I cosentini si fermano così dopo 10 partite, nelle quali avevano raggranellato 22 punti.

    Foggia-Arzanese 2-0

    D’Allocco e Leonetti risolvono la pratica Arzanese e lanciano il Foggia al secondo posto in classifica. Partita in ghiaccio già a metà primo tempo, grazie alle reti di D’Allocco (1’) e Leonetti (20’), e non complicata neanche dall’espulsione di Venitucci al 64’, che ha costretto i satanelli a giocare in 10 per metà ripresa.

    Sorrento-Messina 1-3

    Il Messina sbanca Sorrento e regala la prima vittoria al nuovo tecnico Grassadonia.  Al 12’ siciliani in vantaggio con un colpo di testa di Silvestri sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Sei minuti dopo arriva anche il raddoppio, al termine di un contropiede, con Costa Ferreira che approfitta dell’assist di Guadalupi. Al 54’ i sorrentini riaprono la gara: Silvestri commette fallo su Musetti in area di rigore e l’arbitro assegna un calcio di rigore trasformato da Maiorino. Ma al 60’ i padroni di casa restano in 10 per colpa di Pisani che, protestando, rimedia il secondo cartellino giallo. Così al 74’ arriva il tris che chiude definitivamente l’incontro con un pallonetto dal limite dell’area di Corona.

    Martina-Chieti 0-1

    Vittoria esterna importante per agganciare le prime otto posizioni che valgono la prima divisione per il Chieti che espugna il campo del Martina con una rete ad inizio ripresa di Mangiacasale, ex di turno. Una vittoria meritata quella degli ospiti, che hanno sofferto solo nel finale quando il difensore De Giorgi ha evitato la beffa. Nel finale, dall’82’, padroni di casa in 10 per il secondo cartellino giallo rimediato da Nonni.

    Vigor Lamezia-Poggibonsi 2-1

    Vittoria in pieno recupero per la Vigor Lamezia. Dopo un primo tempo chiuso sullo 0-0, al 53’ i calabresi sbloccano il risultato con Del Sante ma subiscono l’immediato pareggio al 60’ da Ferri Marini. Al 70’ ospiti in dieci per l’espulsione del portiere Anedda: esce l’autore del goal, per fare spazio al secondo Di Salvia che però deve arrendersi al 91’, ancora allo scatenato Del Sante

    Ischia-Melfi 1-2

    Il Melfi espugna in rimonta il campo dell’Ischia. Eppure la partita era cominciata benissimo per i padroni di casa con Nigro che al 6’ raccoglieva un pallone fuori dall’area di rigore lucana e lasciava partire un gran tiro di collo destro che si infilava all’incrocio dei pali alla sinistra di Giordano. Al 28’ il pareggio: Tortori approfitta di un’incertezza difensiva isolana e batteva Pane in uscita. Al 36’ gialloblù vicini al raddoppio: tiro di Alfano dalla distanza che coglie la traversa e che Di Nardo, da ottima posizione, non riesce a ribadire in rete. Nella ripresa, quando la gara sembra avviata al pareggio, arriva la beffa per i padroni di casa: all’83’ colpo di testa di Ricciardo che colpisce il palo, arriva Cardinale e mette in rete.

    CLASSIFICA: Cosenza 29; Foggia 27; Teramo 26 (1 partita in meno); Vigor Lamezia 25 (1 partita in meno); Casertana 23 (1 partita in meno); Melfi 22 (1 partita in meno); Chieti, Ischia, Tuttocuoio, Aversa, Castel Rigone 20; Poggibonsi, Aprilia 18; Messina 17; Martina, Sorrento 15; Gavorrano 12; Arzanese 8

    PROSSIMO TURNO: Cosenza-Martina, Aversa-Foggia, Messina-Teramo, Castel Rigone-Vigor Lamezia, Chieti-Casertana, Melfi-Sorrento, Arzanese-Ischia, Tuttocuoio-Aprilia, Messina-Teramo

    Redazione sportiva

    PUBBLICATO IL: 8 dicembre 2013 ALLE ORE 16:57