Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LEGA PRO, IL PUNTO – Al giro di boa sono in quattro a tentare la fuga. Sorpresa Castel Rigone, male il Messina


    Un analisi sul Girone B di Seconda Divisione di Lega Pro, giunto al giro di boa Con la pausa invernale è arrivata anche la conclusione del girone d’andata e, come detto più volte, questo è il momento giusto per tirare le somme e per analizzare, nel profondo, il campionato di ogni singola squadra. Ognuna delle […]

    Un analisi sul Girone B di Seconda Divisione di Lega Pro, giunto al giro di boa

    Con la pausa invernale è arrivata anche la conclusione del girone d’andata e, come detto più volte, questo è il momento giusto per tirare le somme e per analizzare, nel profondo, il campionato di ogni singola squadra. Ognuna delle quali può, grazie anche al mercato invernale, tentare di confermare o invertire il proprio percorso.

    La continuità di risultati è la chiave, soprattutto in un girone così equilibrato. Una continuità che hanno dimostrato di avere le prime quattro: Teramo, Cosenza, Foggia e Casertana. Le prime due hanno guidato la classifica, più o meno, dall’inizio. Invece i Satanelli ed i Falchetti hanno carburato con un po’ di ritardo ma sono arrivati di gran carriera alla prima bandiera a scacchi.

    Successivamente, quattro punti più in giù, inizia la bagarre del centro classifica dove, in appena sette punti, ci sono ben nove squadre.

    La vera sorpresa è stato il Castel Rigone, in grado, dopo il cambio alla guida tecnica, di piazzarsi stabilmente tra la quinta ed ottava posizione. La delusione più forte, invece, si chiama Messina. La società di Pietro Lo Monaco puntava ad un campionato di vertice ma, invece, si ritrova nei bassifondi della graduatoria sin dalle primissime giornate.

    Ora, il mercato, invernale, come disse il presidente della Casertana, Lombardi, dopo la partita vinta con l’Aversa Normanna, cambierà tutto. Ma i Falchetti possono, e devono, restare in alto.

    Raffaele Cozzolino

    PUBBLICATO IL: 30 dicembre 2013 ALLE ORE 13:54