Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTANA sconfitta amara e immeritata. Ma l’attacco e sterile e non è una novità


    I falchetti hanno tenuto il pallino per buona parte della partita anche se i calabresi non sono stati mai in affanno veramente.  Alla fine ha vinto la legge del calcio dato che Varriale, prima del goal degli ospiti, aveva sbagliato una clamorosa occasione Servizio di Raffaele Cozzolino FINE PARTITA CASERTA- La Casertana crolla in casa contro […]

    I falchetti hanno tenuto il pallino per buona parte della partita anche se i calabresi non sono stati mai in affanno veramente.  Alla fine ha vinto la legge del calcio dato che Varriale, prima del goal degli ospiti, aveva sbagliato una clamorosa occasione

    Servizio di Raffaele Cozzolino

    FINE PARTITA

    CASERTA- La Casertana crolla in casa contro i fratelli cosentini al fotofinish. Una sconfitta che matura nella maniera più brutta possibile, con una papera di Fumagalli che non blocca una punizione da distanza siderale di Napolano e De Angelis, l’attaccante che voleva la Casertana, ha messo dentro con un tap in facile facile.

    I Falchetti escono con le ossa rotte da una partita casalinga carica di aspettative. Un gioco che non esalta, esterni che non spingono come dovrebbero, un attacco che non sa segnare e, soprattutto, un Baclet che è uscito per infortunio e, proprio in questi minuti, sta facendo degli esami sulla spalla dolorante. Il problema però resta uno: il gol. Solo uno in quattro partite ufficiali, zero in casa. Un problema che deve essere risolto con l’acquisto di una vera prima punta. Il Cosenza si è dimostrata una squadra tosta, ben organizzata e che, con il pallone tra i piedi, sapeva che fare. La Lega Pro torna al Pinto nel peggiore di modi, anche perchè il risultato non rende merito allo straordinario spettacolo che c’è stato sugli spalti tra due tifoserie amiche.

    SECONDO TEMPO

    47′ - Punizione da 30 metri per il Cosenza. Batte Napolano, papera di Fumagalli che consente a De Angelis di segnare con estrema facilità

    45′ – Ammonito per simulazione Varriale. Il Cosenza sostituisce Alessandro con Napolano

    41′ – Occasione per Varriale che a tu per tu spara sul portiere avversario. L’estremo difensore del Cosenza devia in angolo

    40′ - Ammonito Giordano

    39′ – Gran tiro di Giordano. Ottima risposta di Fumagalli

    38′ – Giallo per Idda

    35′ – Cambio nella Casertana con Favetta che sostituisce Caturano

    34′ -Sinistro di Cruciani sul fondo

    33′ – Casertana continua a pressare alto il Cosenza per mettere in difficoltà i calabresi ma i risultati non sono quelli sperati

    28′ – L’arbitro invita Eziolino Capuano a lasciare il terreno di gioco. L’allenatore della Casertana seguirò il resto della partita dalla tribuna

    25′ - Cosenza sostituisce Calderini con la prima punta De Angelis

    23′ – Casertana cerca di rendersi pericolosa in attacco, ma l’assenza di qualità in area si fa sentire

    21′ - Girandola di cambi ma nessun stravolgimento tattico. Il Cosenza toglie Castagnetti. La Casertana sostituisce Correa con Varriale.

    17′ - Fase statica della partita. Le squadre non vogliono scoprirsi

    15′ - Ammonito Caturano

    11′ - Tiro di Castagnetti del Cosenza. Blocca facile Fumagalli

    10′ - Primo giallo per il Cosenza. Ammonito Calderini

    7′ - Tiro debole di Mosciaro che si spegne sul fondo

    2′ - Calcio d’angolo per la Casertana. Colpo di testa di Idda. Palla alta sopra la traversa

    1′ - 5 mila tifosi allo stadio. Settore ospiti pieno

    I PARZIALI PRIMO TEMPO DEL GIRONE

    Tuttocuoio – messina 1-1
    Aprilia – Sorrento 0-1
    Arzanese – Poggibonsi 0-2
    Ischia – Gavorrano 0-0
    Melfi – Aversa 1-0
    Vigor lamezia – chieti 1-0

    Castel rigone – martina 0-0 giocata ieri
    Teramo – Foggia ore 17.00

    FINE PRIMO TEMPO – La Casertana parte bene e conclude in sofferenza un primo tempo da luci ed ombre. Le occasioni più importanti le ha avute il Cosenza, con due giocate del centravanti Moscari, quell’attaccante che la Casertana non ha e si sente.

    Il Cosenza è una squadra tosta che da difendersi e sa ripartire, con ordine e senza mai sbilanciarsi. Lunga invece la formazione di Eziolino Capuano. Baclet non brilla ed esce per un infortunio alla spalla

    45’+3′ Baclet portato via in ambulanza

    44′ – Infortunio per Baclet. L’attaccante è costretto ad uscire dal campo. Al suo posto entra Alvino. L’arbitro segnala 3 minuti di recupero

    40‘ – Diminuisce l’intesità del gioco. Il cado pesa sulla condizione fisica dei giocatori

    33′ – Giallo a Cruciani per fallo di mano

    30‘ – Super occasione per la Casertana. Il destro di Antonazzio viene deviato in angolo

    27‘ – Forcig del Cosenza. Con un colpo di testa Mosciaro chiama Fumagalli ad un grande intervento

    26′ – Correa è il primo ammonito della partita

    20′- Tiro da fuori area di Castagnetti del Cosenza: palla sul fondo

    18′ – Calcio di punizione per il Cosenza. Batte Moscaro. Calabresi vicinissimi al goal. D’alterio devia la palla in angolo

    14′ - Fase confusa del match. La Casertana prova a dare qualità ma il Cosenza, con il suo centrocampo arcigno, sta dando sostanza alla propria difesa

    8′ – Falchetti d’assalto con tanto pressing e sostanza al centro del campo

    4‘ Casertana subito pericolosa in attacco.  Calcio d’angolo. Batte Baclet ma l’arbitro fischia un fallo di rinaldi

    CASERTA - Nella seconda giornata del campionato di Lega Pro, seconda divisione, la Casertana affronta l’amica Cosenza. Sugli spalti clima di festa. I tifosi del Cosenza hanno esposto uno striscione, a testimonianza del gemellaggio calcistico tra le due città, con scritto “La nostra fratellanza non avrà mai una fine. Caserta-Cosenza per sempre unite”.

    LE FORMAZIONI

    CASERTANA : Fumagalli, Idda, Pezzella, d’alterio, correa, rinaldi, Antonazzo, Cruciani, Baclet, Caturano, Marano. Panchina Casertana: Vigliotti, Magliano, Bruno Cucciniello, Alvino, Favetta, Varriale. Allenatore Capuano

    COSENZA: Frattali, Bigoni, Mannini, Giordano, Pepe, Guidi, Criaco, Castagnetti, Mosciaro, Calderini, Alessandro. Panchina Cosenza: Orlando, Blondett, Carrieri, Meduri, Napolano, De Angelis, Pollina. Allenatore Cappellacci

    Arbitro Marco Bellotti di Verona. Assistenti: Barbetta e Diomaiuta di Albano Laziale

    PUBBLICATO IL: 8 settembre 2013 ALLE ORE 15:11