Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    JUVECASERTA affronta in casa la VIRTUS ROMA dopo la batosta di Reggio Emilia, ma con un Hannah in pù


    La partita si disputerà oggi pomeriggio, alle 18 e 30. Coach Molin: “Roma ha due tra le migliori guardie della Lega. Con una buona difesa proveremo a limitarli” CASERTA - Domani alla “Reggia del basket”, il PalaMaggiò, arrivano i vice campioni d’ Italia della Virtus Roma, che, dopo l’ ennesima rivoluzione, stanno continuando a stupire, nonostante le […]

    La partita si disputerà oggi pomeriggio, alle 18 e 30. Coach Molin: “Roma ha due tra le migliori guardie della Lega. Con una buona difesa proveremo a limitarli”

    CASERTA - Domani alla “Reggia del basket”, il PalaMaggiò, arrivano i vice campioni d’ Italia della Virtus Roma, che, dopo l’ ennesima rivoluzione, stanno continuando a stupire, nonostante le perdite di Lawal e Datome.

    “Domenica affronteremo una squadra forte, duttile e ovviamente diversa da quella vista in pre season. Noi però giochiamo in casa e vogliamo tornare a far vedere le cose migliori. Loro hanno due tra le migliori guardie della Lega e con una buona difesa proveremo a limitarli”. Con queste parole coach Molin ha presentato l’ avversario, ponendo sempre l’ accento sulla necessità di una difesa energica.

    Detto delle perdite verificatesi durante il mercato estivo, occorre parlare anche degli acquisti e dei rinnovi: Bobby Jones, Jordan Taylor e Phil Goss sono i grandi protagonisti dell’ impresa dello scorso anno che hanno deciso di sposare ancora il progetto della società capitolina, e ad aggiungere ulteriore talento a questa squadra sono arrivati Ignerski ed Hosley, la giovane guardia di scuola Virtus Bologna Riccardo Moraschini e l’ esperienza dell’ ex Caserta Alex Righetti, oltre al centro Mbakwe.

    I bomber del teeam sono Quinton Hosley (14,00 pt di media), Phil Goss e Jordan Taylor (entrambi 12,75 pt di media). Fondamentali anche gli apporti di Ignersky, Mbakwe e Baron.

    E’ abbastanza scontato il fatto che il talento di Goss e Taylor, per il ruolo che ricoprono, ha un importanza centrale nel gioco di tutta la squadra, quindi bloccando loro, si limita anche l’ eccellente front line di cui è dotata la squadra di coach Dalmonte. Essenziale trovare subito il ritmo, sia in attacco che in difesa, e cercare di mantenerlo il più costante possibile per tutto l’ arco del match.

    Caserta arriva a questo match dopo la batosta di Reggio Emilia, ma a differenza della trasferta emiliana ci sarà anche Stephon Hannah, reintegrato in settimana e motivatissimo (almeno stando alle sue parole) a far pentire Molin di averlo lasciato fuori sabato.

    I precedenti degli ultimi anni non sono incoraggianti per la Juve, infatti, le ultime sei sfide tra le due compagini hanno visto i bianco neri vincenti solo per due volte e la vittoria al PalaMaggiò manca dal 2 gennaio 2011.

    Andando un po’ più indietro nel tempo i tifosi casertani ricordano i quarti di finale scudetto del 2010 vinti con un secco 3-0, grazie alle grandi prove di Jumaine Jones ed Aroon Dormekamp.

    La finale persa dalla Juve nella Coppa Korac dell’ 86’ è il precedente più illustre delle sfide tra Roma e Caserta, che comunque nel corso degli anni ’80 sono state tutt’ altro che banali, data anche la fortissima rivalità tra le due tifoserie.

    Emanuele Terracciano

    PUBBLICATO IL: 10 novembre 2013 ALLE ORE 10:07