Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTANA. Pinto verso il sold out e città tinta di rossoblù: è l’ora della festa. Due i dubbi di formazione


    Uno tra Cucciniello e De Marco in mediana, uno tra Favetta e Varriale in attacco: serve un solo punto per la festa promozione

    Primo gol in stagione di Vincenzo Varriale, 1-1

    CASERTA – E’ la vigilia della partita più attesa dal popolo rossoblù negli ultimi anni. E’ la vigilia di un Casertana – Melfi che rappresenta molto di più che una semplice sfida di inizio aprile e di fine campionato. Siamo alla quartultima partita del campionato 2013/2014 del Girone B di Seconda Divisione di Lega Pro. Siamo ormai prossimi al raggiungimento della matematica promozione alla prossima Serie C a girone unico. Un obiettivo, in teoria, raggiunto da tempo ma per il quale, praticamente, serve ancora un punto. Serve salire l’ultimo scalino di una stagione straordinaria, dove sono stati macinati record e dove il tifo rossoblù si è riconosciuto in questa squadra gagliarda ed arcigna, per poter far scattare la festa in città. Una festa alla quale i tifosi tengono e per la quale, i supporter della Casertana, stanno lavorando senza sosta da inizio settimana, con l’intento di colorare tutta la città ed i comuni limitrofi.

    Stendardi e striscioni che si sollevano al cielo dando un chiaro messaggio all’intera provincia: la Casertana è tornata.

    Per festeggiare, però, come detto, serve un punto. Da conquistare contro una squadra tosta, in forma e che sicuramente non ci terrà a fare la vittima sacrificale. Una squadra che abbiamo descritto in settimana come una formazione che può mettere paura alla Casertana degli ultimi tempi ma abbiamo la certezza che Guido Ugolotti ed il suo staff sono consapevoli che domani, domenica, allo stadio Alberto Pinto (che va verso il sold out), ore 15.00, occorrerà una grande prova di forza. Occorrerà la vera Casertana, quella che si vide nel primo tempo contro il Teramo.

    Il mister di Massa, in settimana, è sembrato orientato a tornare al suo classico 4-3-2-1 e, come sappiamo, dovrà fare a meno di Michel Cruciani ed Agodirin. Secondo le indicazioni che abbiamo raccolto durante la sedute di allenamento, la novità sostanziale dovrebbe essere il ritorno di capitan Salvatore D’Alterio nei due centrali di difesa, il quale affiancherà Idda, con Antonazzo che si riprenderebbe una maglia da titolare sull’out di destra e Gigi Pezzella a sinistra. In mediana, i sicuri del posto sono Lucas Correa, che agirà in cabina di regia, e Francesco Marano, che stazionerà sul lato destro del centrocampista argentino. Il ballottaggio è tra Simone De Marco e Carmine Cucciniello, con il secondo leggermente favorito a completare la seconda linea. In avanti Nicola Mancino è la certezza. Uno tra Alvino e Bacio Terracino sarà l’altra ala, con l’esterno di Maddaloni in pole, ed uno tra Ciro Favetta e Vincenzo Varriale in attacco. Ed è questo il vero grande dubbio: entrambi sono sembrati in palla durante la settimana, probabilmente mister Ugolotti sceglierà all’ultimo. Difficile vedere il modulo con il falso nueve, vista la mancanza di Agodirin.

    PROBABILE FORMAZIONE

    Casertana (4-3-2-1) – Fumagalli; Antonazzo, D’Alterio, Idda, Pezzella; Marano, Correa, Cucciniello; Alvino, Mancino; Favetta.

    Raffaele Cozzolino

    PUBBLICATO IL: 5 aprile 2014 ALLE ORE 10:47