Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTANA, l’AVVERSARIA – Spending review ma inizio da urlo con Porta: attenzione all’Ischia


    Analisi completa della prossima avversaria della Casertana: l’Ischia Isolaverde, ultima squadra che è riuscita a battere i Falchetti L’ultima sconfitta della Casertana risale a sedici partite fa. Al 29 settembre 2013. L’unico ko dell’era Ugolotti. Arrivato ad Ischia per mano della compagine isolana allenata, a quei tempi, da Salvatore Campilongo. A piegare la banda rossoblù […]

    Analisi completa della prossima avversaria della Casertana: l’Ischia Isolaverde, ultima squadra che è riuscita a battere i Falchetti

    L’ultima sconfitta della Casertana risale a sedici partite fa. Al 29 settembre 2013. L’unico ko dell’era Ugolotti. Arrivato ad Ischia per mano della compagine isolana allenata, a quei tempi, da Salvatore Campilongo. A piegare la banda rossoblù fu una sfortunata deviazione di Riccardo Idda, che gonfiò la rete alle spalle del suo compagno di squadra Fumagalli.

    Domenica, allo stadio Alberto Pinto, per il ventiduesimo turno del Girone B di Seconda Divisione di Lega Pro, è in programma la gara di ritorno tra i Falchetti e la squadra fondata nel 1922 da Biagio Buonocore. Una straordinaria occasione per la Casertana di prendersi una piccola rivincita e chiudere un intero girone senza sconfitte.

     

    ISCHIA ISOLAVERDE – La squadra isolana è in un momento di fortissima crisi ed ha avallato la linea della spending review: tagli ai giocatori più costosi ed inserimento in rosa di diversi calciatori di tenera età, con la speranza di tenersi lontana dal tredicesimo posto, che vuol dire retrocessione diretta.

    L’assurdità di questo girone sta nel fatto che nonostante l’Ischia sia, al momento, sesta in classifica, è ad appena tre lunghezze dal Messina e dunque dalla zona rossa. Una classifica cortissima, nella quale ogni punto è importante.

    Tre di punti, la squadra rossoblù, ne ha raccolti nella prima trasferta casertana, al Bisceglie di Aversa, vincendo 1-0, grazie ad un gol di Cunzi, alla prima con Antonio Porta sulla panchina.

    L’ex tecnico del settore giovanile del Napoli, è stato chiamato a sostituire Salvatore Campilongo dopo la sconfitta di due turni fa, in casa, per 3-0, a carico del Chieti.

    L’inizio è stato ottimo, la squadra si è espressa bene, con un solido 4-4-2. Andando in vantaggio nella fase centrale del primo tempo e difendendolo (anche grazie alla superiorità numerica) con ordine ed ottima solidità, concedendo poco agli avversari.

    La vittoria di Aversa ha rappresentato il terzo successo esterno della stagione per l’Ischia. Compagine, quella isolana, che ha conquistato 15 punti in trasferta e 14 all’Enzo Mazzella. Numeri interessanti, che invitano a prendere con le molle la sfida di domenica. L’Ischia è la squadra che ha pareggiato di più (11 volte) e che al terzo peggior attacco del girone (con 17 gol), risponde con la quarta migliore difesa (sempre con 17 reti). Ma è fuori casa che i dati sono impressionanti: quinto rendimento esterno del girone, unica squadra ad aver rimediato solo una sconfitta lontano dal campo amico, terza migliore difesa (con solo 9 gol subiti, uno in meno rispetto alla Casertana) e bisogna sottolineare come gli isolani non perdono una partita fuoricasa da ben sette turni, nei quali sono stati raccolti 13 dei 21 punti a disposizione.

    La squadra è stata ridimensionata in questo mercato invernale, dopo i numerosi tagli operati dalla società. Un modo di operare che è ben lontano dal vedere la parola fine dato che la situazione di Catinali (fuori squadra da circa un mese), di Schetter (data per sicura la sua rescissione) e di Mora (vicino all’Arzanese) sono ancora tutte da definire. Confermati invece il difensore Giuseppe Mattera (nel mirino della Casertana, e che salterà per squalifica la sfida del Pinto), il match winner di Aversa, Evangelista Cunzi e l’esterno Gerardo Alfano. Qualche dubbio in più sulle posizioni di Ivan Pedrelli, Pasquale Pane (che potrebbe rientrare in uno scambio con l’Aprilia, che porterebbe Andrea Impagliazzo sull’Isolaverde) e Gianluca Austoni (che potrebbe rientrare alla Sampdoria).

    Da segnalare gli arrivi dei difensori Luciano Arzeo (dal Melfi) e Filippo Florio (dalla Primavera del Torino). Il centrocampista Carmine Marinaro (dalla Primavera del Pescara). E gli attaccanti Angelo Scalzone (parametro zero), Carmine Muro (dal Melfi) e Manuel Spadafora (dal Riccione).

    RISULTATI

    Messina – Ischia Isolaverde 0-0
    Ischia Isolaverde – Gavorrano 0-0
    Chieti – Ischia Isolaverde 1-1
    Ischia Isolaverde – Aversa Normanna 0-1
    Ischia Isolaverde – Casertana 1-0
    Teramo – Ischia Isolaverde 2-0
    Ischia Isolaverde – Sorrento 0-0
    Foggia – Ischia Isolaverde 2-2
    Ischia Isolaverde – Vigor Lamezia 1-1
    Aprilia – Ischia Isolaverde 1-2
    Ischia Isolaverde – Castel Rigone 1-0
    Martina Franca – Ischia Isolaverde 1-1
    Ischia Isolaverde – Tuttocuoio 2-0
    Nuova Cosenza – Ischia Isolaverde 1-1
    Ischia Isolaverde – Melfi 1-2
    Arzanese – Ischia Isolaverde 1-1
    Ischia Isolaverde – Poggibonsi 0-0

    Ischia Isolaverde – Messina 1-1
    Gavorrano – Ischia Isolaverde 0-1
    Ischia Isolaverde – Chieti 0-3
    Esonerato Salvatore Campilongo, assunto Antonio Porta
    Aversa Normanna – Ischia Isolaverde 0-1

    STATISTICHE TOTALI

    Posizione classifica: 6;
    Partite giocate: 21 (11 in casa, 10 in trasferta);
    Punti: 29 (14 in casa, 15 in trasferta);
    Vittorie: 6 (3 in casa, 3 in trasferta);
    Pareggi: 11 (5 in casa, 6 in trasferta);
    Sconfitte: 4 (3 in casa, 1 in trasferta);
    Gol fatti: 17 (7 in casa, 10 in trasferta);
    Gol subiti: 17 (8 in casa, 9 in trasferta).

    STATISTICHE CON PORTA

    Partite giocate: 1 (0 in casa, 1 in trasferta);
    Punti: 3 (0 in casa, 3 in trasferta);
    Vittorie: 1 (0 in casa, 1 in trasferta);
    Pareggi: 0 (0 in casa, 0 in trasferta);
    Sconfitte: 0 (0 in casa, 0 in trasferta);
    Gol fatti: 1 (o in casa, 1 in trasferta);
    Gol subiti: 0 (0 in casa, 0 in trasferta).

    ROSA (anno di nascita/presenze totali/presenze con Porta)

    PORTIERI – Luigi Mennella (’75/5/0); Pasquale Pane (’90/16/1); Luca Taglialatela (’95/0/0).
    DIFENSORI – Luciano Arzeo (’93/0/0); Andrea De Paola (’90/0/0); Giuseppe Mattera (’83/21/1); Pasquale Rainone (’88/8/1); Fabio Tito (’93/18/1); Filippo Florio (’96/0/0);
    CENTROCAMPISTI – Gerardo Alfano (’82/16/1); Gennaro Armeno (’94/13/1); Edoardo Catinali (’82/9/0); Gianni Conte (’95/1/1); Alberto De Francesco (’94/11/1); Mario Di Maio (’95/1/1); Roberto Falagario (’92/0/0); Mario Finizio (’92/10/1); Crescenzo Liccardo (’91/11/1); Carmine Marinaro (’94/0/0); Nicola Mora (’79/11/0); Ivan Pedrelli (’86/13/0).
    ATTACCANTI – Angelo Arcamone (’95/5/0); Gianluca Austoni (’94/13/1); Evangelista Cunzi (’84/10/1); Lorenzo Longo (’94/17/0); Vincenzo Maione (’94/1/0); Carmine Muro (’92/0/0); Angelo Scalzone (’89/1/1); Antonio Schetter (’82/14/0); Manuel Spadafora (’94/0/0).

    MARCATORI (gol fatti)

    Lorenzo Longo: 3;
    Evangelista Cunzi: 2;
    Nicola Mora: 2;
    Gianluca Austoni: 1;
    Gerardo Alfano: 1;
    Gennaro Armeno: 1;
    Alberto De Francesco 1;
    1 autogol a favore: Riccardo idda (vs. Casertana).
    Gol di giocatori ceduti: Nigro (2), Masini (2), Di Nardo (1).

    Raffaele Cozzolino 

     

    PUBBLICATO IL: 29 gennaio 2014 ALLE ORE 12:10