Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTANA – L’AVVERSARIA, ecco il MELFI: una squadra da prendere con le molle


    Una analisi completa della prossima avversaria dei Falchetti, che durante la prossima giornata affronteranno il Melfi di Leonardo Bitetto. Quattordicesimo turno di campionato in vista per la Casertana. Quattordicesimo avversario da affrontare in un girone che, fatta eccezione per le prime due, continua ad essere caratterizzato da una classifica cortissima, nella quale ci sono ben […]

    Una analisi completa della prossima avversaria dei Falchetti, che durante la prossima giornata affronteranno il Melfi di Leonardo Bitetto.

    Quattordicesimo turno di campionato in vista per la Casertana. Quattordicesimo avversario da affrontare in un girone che, fatta eccezione per le prime due, continua ad essere caratterizzato da una classifica cortissima, nella quale ci sono ben otto squadre in quattro punti ad occupare la zona medio-alta.

    In questi casi, il segreto per fare bene è avere tanta continuità di vittorie, più che di risultati. Ed è per questo che gli otto risultati utili consecutivi della Casertana perdono di valore quando nelle ultime quattro gare sono stati raccolti solo quattro punti, a fronte dei dodici a disposizione.

    IL MELFI – Un discorso quasi analogo va fatto anche per il Melfi, squadra che i Falchetti dovranno affrontare domenica alle ore 14.30. Quasi, perchè è vero che il Drago ha fatto un punto in più (cinque) nelle ultime quattro sfide, ma nelle ultime otto ne ha collezionati solo otto (contro i 16 rossoblù).

    La squadra della città in provincia di Potenza è al settimo posto della graduatoria, con diciannove lunghezze, una in meno rispetto alla Casertana. Fondamentale, per la classifica dei Gialloverdi, è stata la buona partenza, fatta di tre vittorie e due pareggi nelle prime cinque. Poi, come abbiamo accennato prima, un periodo difficile, dove alcune certezze sono state minate.

    Una di queste è la difesa. Nelle prime sette partite, solo due gol subiti. Nelle sei successive, ben undici. Un’inversione di tendenza che è alla base della difficoltà trovata dal Drago nel conquistare la vittoria.

    In casa, il Melfi, è un po’ come il dottor Jekyll e mr. Hyde. Se in sei incontri disputati all’Arturo Valerio sono arrivate solo due vittorie, bisogna sottolineare come nessuno (neanche il Teramo) è riuscito ad espugnarlo. Inoltre un altro fattore da sottolineare, per quanto concerne le sfide interne del Drago, è quello dei gol fatti e gol subiti. Il Melfi ha una delle migliori difese casalinghe del torneo con quattro gol incassati (tre nell’ultima gara con l’Arzanese) ma il dato più importante è che per ben quattro volte è riuscita a tenere inviolata la propria porta. L’altra faccia della medaglia, però, parla di una netta difficoltà nel trovare la rete, con soli sei gol fatti e la palma di uno dei peggiori attacchi interni dell’intero girone.

    La formazione lucana (molto giovane) è guidata da Leonardo Bitetto, tecnico barese insidiatosi sulla panchina gialloverde nel Marzo 2012, collezionando una storica salvezza ai play out. Il suo gioco è basato su una classica difesa a quattro, con due punte abili sotto porta. Il centrocampo è a quattro, a volte in linea, a volte a rombo. La migliore qualità della sua filosofia di fare calcio è quella di mandare tanti giocatori in rete ed a testimoniare ciò sono gli otto calciatori del Melfi ad aver già segnato almeno un gol in questo campionato. Il capocannoniere, con sei reti, e l’osservato speciale in vista della sfida di domenica, è Giovanni Ricciardo, bomber classe ’86. Da tenere d’occhio, però, anche il difensore Roberto Cardinale (capitano della squadra), gli altri attaccanti Sergio Cruz e Loris Tortori, ed i tanti centrocampisti di qualità, come, ad esempio, Alessandro Rinaldi, Samuele Neglia e Marco Cuomo.

    Raffaele Cozzolino

    RISULTATI DEL MELFI

    Gavorrano – Melfi 0-4;
    Melfi – Aversa Normanna 1-0;
    Tuttocuoio – Melfi 1-1;
    Melfi – Foggia 0-0;
    Chieti – Melfi 0-1;
    Melfi – Poggibonsi 0-0;
    Cosenza – Melfi 1-0;
    Aprilia – Melfi 4-4;
    Melfi – Teramo 1-1;
    Castel Rigone – Melfi 1-0;
    Melfi – Martina Franca 1-0;
    Messina – Melfi 2-2;
    Melfi – Arzanese 3-3.

    STATISTICHE

    Posizione in classifica: 7.
    Punti: 19.
    Vittorie: 4 (2 in casa, 2 in trasferta).
    Pareggio: 7 (4 in casa, 3 in trasferta).
    Sconfitta: 2 (0 in casa, 2 in trasferta).
    Gol fatti: 18 (6 in casa, 12 in trasferta).
    Gol subiti: 13 (4 in casa, 9 in trasferta).

    GIOCATORI

    PORTIERI – Daniele Giordani (’91), Pietro Perina (’92);
    DIFENSORI – Roberto Cardinale (’81), Kastriot Dermaku (’92), Mauro Marotta (’93), Pasquale Esposito (’93), Luciano Arzeo (’93), Davide Pinna (’92), Federico Annoni (’93), Andrea Montenegro (’92);
    CENTROCAMPISTI – Marco Cuomo (’91), Nicola Muratore (’91), Alessandro Rinaldi (’93), Samuele Neglia (’91), Giorgio Russo (’89), Carmine Muro (’92), Antonio Cardore (’93);
    ATTACCANTI – Giovanni Ricciardo (’86), Loris Tortori (’88), Sergio Cruz Pereira (’88).

    MARCATORI (gol fatti)

    Giovanni Ricciardo: 6
    Sergio Cruz Pereira: 3
    Roberto Cardinale: 2
    Loris Tortori: 2
    Alessandro Rinaldi: 1
    Samuele Niglia: 1
    Antonio Cardore: 1
    Marco Cuomo: 1

    PUBBLICATO IL: 27 novembre 2013 ALLE ORE 18:20