Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTANA, l’ANALISI – Rammarico per la beffa del San Vito, ma i Falchetti confermano una sensazione


    La nostra analisi sulla partita di ieri tra Cosenza e Casertana, finita con il risultato di 2-2 La Casertana incappa nel secondo pareggio consecutivo. Il secondo x in schedina, condito da polemiche, e che lascia un retrogusto amaro nella bocca di chi sta lavorando per portare i Falchetti all’obiettivo primario di stagione: la Serie C […]

    La nostra analisi sulla partita di ieri tra Cosenza e Casertana, finita con il risultato di 2-2

    La Casertana incappa nel secondo pareggio consecutivo. Il secondo x in schedina, condito da polemiche, e che lascia un retrogusto amaro nella bocca di chi sta lavorando per portare i Falchetti all’obiettivo primario di stagione: la Serie C a girone unico.

    Un punto, in un campo comunque difficile, contro un Cosenza che fin dalle prime giornate è nei primissimi posti della graduatoria, sarebbe stato accolto con un mezzo sorriso dall’ambiente. Ma la rete di Elio Calderini (il suo quinto centro stagionale), arrivata a cavallo del 90′, alla luce della prestazione offerta dagli uomini di Ugolotti, non può far altro che accentuale il rammarico della squadra Rossoblù, che dopo aver essersi fermata in casa contro il Poggibonsi, per via di un arbitraggio non perfetto, per usare un eufemismo, si ritrova a fare conti con un’altra discutibile direzione di gara. Persino Guido Ugolotti, serafico nel post di Casertana – Poggibonsi, nella sala stampa del San Vito ha sbottato: “Il Cosenza ha pareggiato con due gol viziati da episodi assolutamente discutibili. Sul primo c’era un fallo, sul secondo posso dire che c’era una posizione di offside”.

    Però l’ex tecnico del Benevento, dall’alto della sua esperienza, capisce che come con il Poggibonsi, oltre l’arbitro, ci fu una prova mediocre in zona gol, contro il Cosenza, a rovinare i suoi piani ci si è messo Giuseppe Rinaldi. Che ha deciso con una scelta ingenua ed inutile di regalare un intero tempo in superiorità numerica alla seconda forza del campionato.

    “Pagherà per questo. Spero che la società prenderà provvedimenti, io li ho già presi”. Dunque, non si profilano tempi facili per l’ottimo centrale napoletano. Il quale ha ottime qualità, ma deve saper tenere a freno i nervi.

    Il pari di Cosenza dunque è un vero e proprio peccato ma, come da titolo, conferma una sensazione che covavamo da un po’ di tempo. Questa Casertana è la squadra più forte del girone. Allenata da un tecnico serio e preparato. Capace di imbrigliare la manovra di qualsiasi squadra affrontata da quando siede sulla panchina rossoblù, di imporre il proprio gioco su qualsiasi campo e di indovinare sempre l’uomo o il modulo giusto da schierare.

    Guido Ugolotti è un grande investimento per questa Casertana. Va fatto lavorare con fiducia ed calma. Aspettando qualche buona notizia dal mercato.

    Raffaele Cozzolino

    PUBBLICATO IL: 13 gennaio 2014 ALLE ORE 16:34