Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTANA – Martina Franca primo esame di Ugolotti: recuperato Mancino ed Agodirin verso l’esordio dall’inizio


    Debutto per Guido Ugolotti alla guida della Casertana, confermata l’annunciata difesa a quattro. Di contro un avversario che non ha ancora subito un gol in questo campionato. Ora servono i gol di Baclet. CASERTA - Domani, domenica, allo stadio Alberto Pinto, in occasione della sfida contro il Martina Franca, la Casertana è chiamata a voltare […]

    Domani, segui la diretta testuale della partita su Casertace.net

    Debutto per Guido Ugolotti alla guida della Casertana, confermata l’annunciata difesa a quattro. Di contro un avversario che non ha ancora subito un gol in questo campionato. Ora servono i gol di Baclet.

    CASERTA - Domani, domenica, allo stadio Alberto Pinto, in occasione della sfida contro il Martina Franca, la Casertana è chiamata a voltare pagina. Anzi, per rendere meglio l’idea, a cambiare libro. Infatti, i Falchetti, nella settimana che ha seguito il nefasto e deludente ko di Gavorrano, hanno cambiato la guida tecnica, esonerando Ezio Capuano ed ingaggiando Guido Ugolotti, ex mister del Benevento chiamato a risollevare le sorti di una Casertana che ha deluso le aspettative nelle prime tre giornate del girone B di Seconda Divisione di Lega Pro. Il quarto turno mette di fronte alla Casertana una squadra compatta che non ha ancora subito gol e che sembra aver già trovato una propria quadratura. I precedenti sono a favore dei Rossoblù. In otto incontri, sono quattro le vittorie casertane, due i pareggi e due i trionfi pugliesi. Il Pinto, invece, rappresenta un vero e proprio tabù per il Martina, considerando che nella propria storia non ha mai vinto nell’impianto di Viale delle Medaglie d’Oro, collezionando in quattro sfide, due pareggi e due sconfitte. La partita di domani avrà come orario d’inizio le 15.00 e sarà diretta dal Signor Armando Rinaldi di Tivoli, il quale sarà coadiuvato dagli assistenti Stefano Squarcia di Roma1 e Gianluca Sechi di Sassari.

    CASERTANA - “Sicuramente sarà un’altra lunga settimana per la Casertana”. L’avevamo scritto nell’immediato post gara di Gavorrano, quando, era scontato che per Eziolino Capuano l’avventura alla guida dei Falchetti era arrivata al capolinea. E’ arrivato, come detto in apertura, Guido Ugolotti, un tecnico equilibrato, di esperienza e con le idee chiare. Cinque giorni di allenamenti, cinque giorni nei quali l’ex allenatore della Primavera della Roma, ha provato ad inculcare il proprio credo calcistico alla squadra, provandola a risollevare nel morale. “Per il modulo non è ancora sicuro niente, tranne la difesa a quattro. Si partirà da quella”, così, nella conferenza stampa di presentazione ha parlato Ugolotti. Uno schieramento, forse, più consono alle possibilità ed alla rosa dei Falchetti. E’ tornato ad allenarsi a pieno regime l’esterno offensivo Nicola Mancino, giocatore che Ugolotti conosce bene. “Non ha i 90 minuti nelle gambe ma è recuperato”, queste le parole del nuovo trainer rossoblù. Proprio l’ex giocatore cresciuto nelle giovanili del Napoli dovrebbe partire dall’inizio nei tre, con Agodirin e Correa, che assisteranno l’unica punta Alain Baclet. La linea mediana dovrebbe essere affidata alla coppia Cruciani – Marano, invece i quattro di difesa, da destra a sinistra, dovrebbero essere Antonazzo, Idda, Rinaldi e Pezzella. In porta ci sarà sicuramente Fumagalli. Dunque, il primo modulo casertano targato Ugolotti dovrebbe essere un 4-2-3-1.

    L’AVVERSARIO - Il Martina Franca è alla seconda stagione in Seconda Divisione di Lega Pro, dopo essere arrivata dodicesima nella scorsa annata. La società pugliese è fallita nel 2008, dopo molti anni vissuti tra C1 e C2, ma con grandissima rapidità ed enorme impegno è tornata nel calcio professionistico in appena quattro anni. Quest’anno i Biancoazzurri sono allenati da Edoardo Bocchini e nelle prime tre giornate hanno collezionato cinque punti, subendo, come detto, zero gol. Una squadra, dunque, molto solida che maschera nel proprio 4-3-3, un modulo molto più attendista, con gli esterni d’attacco che diventano fondamentali sia in fase di possesso che di non possesso. Il bomber della squadra, almeno sulla carta, porta il nome di Alessandro Belleri (un gol in campionato), ex Santhià e classe 1985. Gli esterni, che, nelle prime tre gare, gli hanno dato una mano sono stati Luca di Lauri (’91) e Nicola Petrilli (’87), il quale è anche il rigorista della squadra. In mediana i nomi sono tanti ma sicuramente quelli di spicco sono Nicola Gai (’87), Marco Ilari (’89) ed Alessandro Provenzano (’91). In difesa, i due centrali, quasi sicuramente saranno gli espertissimi Davide Salvatori (’85) e Pietro Zammutto (’86). In porta ci sarà il rivitalizzato Francesco Leuci (’92), che lo scorso anno fu prima messo fuori rosa e poi, a gennaio, ceduto in prestito. Quest’anno è tornato ed in settimana ha messo in guardia i propri ma anche la Casertana: “Sono molto contento per questo inizio, sia mio che della squadra. Domenica al Pinto? Sarà difficile, ma lo sarà anche per loro”. Ha ragione l’estremo difensore pugliese. Il Martina Franca arriverà al Pinto in fiducia e con tanta voglia di fare bene.

    Raffaele Cozzolino

    PUBBLICATO IL: 21 settembre 2013 ALLE ORE 10:57