Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTANA/ Con l’Ostia Mare esame decisvo: dentro o fuori la lotta per la promozione


        Trasferta difficilissima in terra laziale. L’allenatore Maiuri si tiene abbottonato. 4-4-2 o 4-3-3 con il ritorno di Corsale e Toscano in mediana. Le opzioni saranno sciolte alla fine.   CASERTA – La Casertana torna in campo dopo il deludente pareggio interno per 1-1 contro l’Anziolavinio di Raffaele Cerbone. I Falchetti lo fanno in […]

    Nella foto Corsale e Toscano

     

     

    Trasferta difficilissima in terra laziale. L’allenatore Maiuri si tiene abbottonato. 4-4-2 o 4-3-3 con il ritorno di Corsale e Toscano in mediana. Le opzioni saranno sciolte alla fine.

     

    CASERTA – La Casertana torna in campo dopo il deludente pareggio interno per 1-1 contro l’Anziolavinio di Raffaele Cerbone. I Falchetti lo fanno in trasferta, ad Ostia, contro un avversario in grandissima forma e che guarda negli occhi le zone altissime della classifica. Una sfida difficilissima, dalla quale, però, i Rossoblù non devono farsi intimidire. All’andata l’Ostia Mare espugnò il Pinto da fanalino di coda del girone, in uno dei tanti tonfi interni di Falchetti. Ora le cose sono un po’ cambiate, l’Ostia è quinta in classifica, la Casertana ha trovato una propria quadratura. Dunque, all’Anco Marzio di Ostia, domenica alle 14.30, assisteremo ad una partita dove la Casertana deve dimostrare di essere ancora una volta grande fuori le mura amiche. Una missione difficile, ma non impossibile. Dirigerà l’incontro il Signor Marcello Rossi di Novara.


    Un banco di prova importante  anche l’allenatore Maiuri che, in questi giorni, è stato chiaro: “Per valorizzare i due pareggi consecutivi è necessario vincere ad Ostia”. Un messaggio che arriva senza filtri all’ambiente rossoblù. Parole che riecheggiano nello spogliatoio casertano con una sola soluzione: vincere. In questo momento, raccogliere tre punti contro i Biancoviola dare ulteriore, e si spera decisivo, slancio ai Falchetti. In vista della sfida di Ostia c’è la tegola legata ad Alfredo Varsi, l’esterno ex Aversa Normanna che durante la partita contro l’Anziolavinio, è uscito per una forte contrattura muscolare. Il giocatore era uno dei punti di forza di questa Casertana ed era anche fondamentale negli equilibri degli under, infatti, Maiuri, tiene in preallarme Pezzullo e Mastellone.
    Il vero dilemma del tecnico milanese è lo schema tattico che potrebbe variare dal 4-4-2 al 4-3-3 con il ritorno di Corsale e Toscano sulla mediana. A sostituire Varsi, sull’esterno, in entrambi i casi ci sarebbe Alvino ma, come sempre, criptare le indicazioni settimanali di Maiuri è un’impresa più che ardua. Facile, invece, dire che la Casertana dovrà tornare a fare qualche passo in avanti dopo averne fatto uno indietro con l’Anziolavinio, per stessa ammissione del proprio allenatore. Ci sarà bisogno della migliore Casertana per espugnare l’Anco Marzio di Ostia, in modo da continuare a sognare.

    La partita di domani è difficile, perchè non solo l’Ostia Mare è squadre di alta classifica, ma è quella che nella seconda parte del torneo è apparsa la più in salute. 34 partite nelle ultime 17 partite, una media da due punti a gara. Una risalita incredibile all’ultima piazza fino ad arrivare a 3 punti proprio dalla Casertana. I Biancoviola saranno motivati proprio da questo dato: la possibilità di agganciare la più quotata compagine campana. Il cammino casalingo dell’Ostia è stato molto più altalenante rispetto a quello da trasferta. Infatti “solo” 5 vittorie su 12 partite giocate in casa, di cui ne ha perse solo 3. Fuori casa, invece, su 13 incontri ben 7 vittorie. Di certo non sarà una partita facile. L’Ostia Mare si presenterà con il suo classico 4-3-3 ma privata dal proprio bomber Alfonsi (12 gol in stagione). Il peso offensivo della squadra di Caputo sarà tutto sulle spalle di Macciocca, il quale già fece male ai Rossoblù nella sfida d’andata.
    Raffaele Cozzolino

    PUBBLICATO IL: 9 marzo 2013 ALLE ORE 18:00