Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTANA, ANALISI POST DERBY – Il centrocampo la chiave di tutto, c’è solo una mancanza


    L’analisi della gara che ha visto vincitrice, per 1-0, la Casertana di Guido Ugolotti contro l’Aversa Normanna La Casertana vince, e convince. Infatti i Falchetti battono l’Aversa Normanna, conquistano il derby e fanno anche sorridere i tifosi rossoblù, che guardano con un po’ più di fiducia il futuro. I supporter e gli addetti ai lavori, […]

    L’analisi della gara che ha visto vincitrice, per 1-0, la Casertana di Guido Ugolotti contro l’Aversa Normanna

    La Casertana vince, e convince. Infatti i Falchetti battono l’Aversa Normanna, conquistano il derby e fanno anche sorridere i tifosi rossoblù, che guardano con un po’ più di fiducia il futuro. I supporter e gli addetti ai lavori, infatti, hanno potuto ammirare una squadra corta, compatta (soprattutto nel primo tempo) e che per l’intera gara ha dato tutto, pressando costantemente gli avversari, senza farli giocare con tranquillità.

    L’analisi post gara è semplice, ed è racchiusa nelle dichiarazioni di Guigo Ugolotti il quale sottolinea come il cambio di modulo abbia agevolato il compito dei suoi ragazzi: “Il 4-3-3? Mi sono piaciuti molto i centrocampisti. Si sono sacrificati come volevo, senza far mai giocare i loro due mediani. Poi Correa, in quel ruolo si esalta. E’ il suo ruolo”. Ed è proprio così, il regista di Rosario è finalmente salito in cattedra impostando e facendo muovere velocemente il pallone, grazie alla presenza di due mastini ai suoi lati, Francesco Marano e Michel Cruciani, che non hanno mai mollato di un solo centimetro guadagnandosi, giustamente, gli elogi del tecnico e della piazza.

    Una squadra che sta crescendo dal punto di vista fisico, dopo un periodo di vistoso calo, e questa è una condizione necessaria per salire ancora di più in classifica.

    L’unico neo dell’intero match è sicuramente il non averlo chiuso: “E’ stato un peccato, purtroppo nel secondo tempo abbiamo perso un po’ di lucidità sotto porta. Siamo nati per soffrire, sembra quasi che lo facciamo di proposito”. Ha detto il mister. Sicuramente è una mancanza che alla lunga non paga, perchè se, questa volta, di fronte c’era un’Aversa Normanna imbarazzante in fase di proposizione del gioco (sia in parità che inferiorità numerica), con squadre più cattive in fase offensiva, si rischia di non far propria la vittoria.

    Da sottolineare però, sotto la colonna delle cose positive, la solidità difensiva: “In questo campionato più che segnare serve non prendere gol”, ha detto il patron Lombardi. Ed è così. La Casertana, dopo la giornata di ieri (con un turno in meno), ha la seconda migliore difesa del campionato (la migliore da quando è arrivato Ugolotti), ed in casa è l’unica ad aver subito solo tre reti. Un fattore a dir poco positivo e che deve far sorridere staff tecnico e tifosi.

    Raffaele Cozzolino

    PUBBLICATO IL: 9 dicembre 2013 ALLE ORE 11:16