Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTANA, 3 motivi per sorridere… più del solito!


    Un girone senza sconfitte, la vittoria bel derby contro l’Ischia, la vetta della classifica. Il 2-1 all’Ischia ed il ricordo di Catello Mari Un girone senza sconfitte, la vittoria contro l’Ischia, la vetta della classifica sia pur in coabitazione con il Teramo. Sono questi i frutti delle reti di Favetta e Mancino. Il girone senza […]

    “Il tuo spirito leale… il tuo essere guerriero. Onoriamo Catello amico vero”. L’omaggio dei tifosi rossoblù a Catello Mari

    Un girone senza sconfitte, la vittoria bel derby contro l’Ischia, la vetta della classifica. Il 2-1 all’Ischia ed il ricordo di Catello Mari

    Un girone senza sconfitte, la vittoria contro l’Ischia, la vetta della classifica sia pur in coabitazione con il Teramo. Sono questi i frutti delle reti di Favetta e Mancino.

    Il girone senza sconfitte (17 partite!) è in gran parte merito di Ugolotti, per la prima volta in classifica. Numeri fantascientifici a questi livelli, soprattutto in un campionato così equilibrato. Merito soprattutto di una difesa blindata, che si conferma la migliore del campionato con soli 14 goal subiti in 22 partite: ieri Fumagalli ha dovuto raccattare un pallone nella sua porta, ma solo su calcio di rigore. Fare goal a questa Casertana è un’impresa! Se proprio vogliamo trovare un difetto, ma è ovvio che stiamo cercando il pelo nell’uovo, c’è la gestione difensiva dei calci da fermo, come affermato a caldo dallo stesso tecnico. Ma i meriti di Ugolotti sono anche la gestione perfetta di un gruppo, stimolante per sia per chi va in campo che per chi prova ad toglier loro la maglia da titolare, che non molla mai e l’aver costruito un meccanismo di gioco che permette anche a chi gioca meno di inserirsi senza molte difficoltà.

    La vittoria contro l’Ischia è ancora una volta la dimostrazione di quanto sia grande questa squadra, che ha fatto la partita anche nel corso di un primo tempo non esaltante sul piano del gioco ma decisa e pronta ad affondare improvvisamente i colpi, ha dominato il campo quando serviva ed ha saputo soffrire quando necessario come Ieri quando sul 2-1 l’Ischia ha guadagnato campo. Una menzione particolare concedetecela ed è tutta per Ciro Favetta, autore del primo goal in campionato. Un premio meritato per un giocatore che ha lavorato con pazienza, ha saputo aspettare il suo momento e, schierato ieri per la prima volta da titolare, ha ricambiato la fiducia del tecnico con il goal dell’1-0.

    La vetta della classifica, in un campionato professionistico, arriva dopo oltre 20 anni (22 per la precisione). Quindi, ancora per oggi, è lecito che squadra e tifosi gioiscano. Ed a proposito di tifosi, non possiamo che menzionarne uno speciale: Catello Mari. Ieri il forte difensore è stato ricordato da società, tifosi ed avversari: tutti i 22 al momento dell’ingresso in campo avevano la maglia con il suo nome ed il suo numero 6. Nel suo nome il presidente Lombardi ha annunciato un Memorial all’inizio di ogni stagione.  Sicuramente anche lui, ovunque sia, avrà esultato per la vittoria ed il primato.

    Ma da domani concentrazione massima sul Sorrento, che domenica arriverà al ‘Pinto’ (calcio d’inizio, come oramai da tradizione, alle 15). Perché arrivare in testa è bello, ma restarci è meraviglioso…

    Redazione sportiva

    PUBBLICATO IL: 3 febbraio 2014 ALLE ORE 16:10