Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CALCIO, serie D. MARCIANISE e GLADIATOR, sconfitte che fanno pensare


    Il Progreditur visto contro il San Severo ha dato l'impressione di aver sottovalutato l'avversario. Il Gladiator invece ha dato tutto ma non è bastato

    Rovinosa sconfitta per il Progreditur Marcianise del presidente D'Anna, qui a sinistra

    Rovinosa sconfitta per il Progreditur Marcianise del presidente D’Anna, qui a sinistra

    Doppia sconfitta per le casertane di serie D, ma con prestazioni opposte a quelle che la classifica suggerirebbe.

    Sicuramente meno preventivabile ma giusta per quanto visto in campo quella del Progreditur Marcianise, autore di una prestazione decisamente opaca. E non può essere un alibi l’espulsione forse esagerata di Posillipo, sullo 0-1. La formazione era la stessa (tranne Viola per Vitiello squalificato) che sette giorni prima aveva sconfitto in meno di un’ora il Brindisi: ovvio pensare che i gialloverdi abbiano sottovalutato un San Severo che aveva anche tante assenze. Eppure la partenza era stata discreta: squadra messa in campo bene e pericolosa, trascinata da un Citro molto attivo ma anche tanto sprecone. Ma due errori, ed è qui che il pensiero va al difetto di concentrazione, hanno compromesso tutto: prima, sugli sviluppi di un angolo, Alterio tutto solo realizza l’1-0; poi Pagano che regala palla ad El Ouazni e Posillipo che commette il fallo che gli costa il rosso. Partita in salita ma che il Marcianise riesce a tenere aperta almeno fino all’intervallo. Ma l’inizio della ripresa è da incubo: Pagano perde di nuovo palla e Lombardi fa 2-0, chiudendo la partita. Quello che succede dopo, anche se il Progreditur cede di schianto, rischiando più volte e subendo il tris, conta relativamente poco. Anzi, aumenta il rammarico perché, con i punti regalati al San Severo (due all’andata e tre al ritorno), che è pur sempre 14esimo (!), i gialloverdi sarebbero in testa e non al terzo posto a -4 dalla vetta (occupata dal Matera), visto che sono stati scavalcati dal Taranto, vittorioso a Grottaglie. Insomma, quella di Lucera è davvero una brutta fermata, arrivata al termine di una giornata negativa, da archiviare alla svelta. Ora bisogna dare tutto ed approfittare di un calendario che, oltre a prevedere l’arrivo a Marcianise di Matera e Taranto, propone nelle prossime tre partite, squadre dal 13esimo posto in giù. Insomma, squadre come il San Severo, quindi squadre da non sottovalutare!

    Sconfitta maggiormente preventivabile ma fondamentalmente ingiusta invece per il Gladiator. I nerazzurri, nonostante fossero largamente rimaneggiati, passano in vantaggio con Diana si illudono fino a dieci minuti dal termine ma poi, dopo essere rimasti anche in 10 per l’espulsione di Laezza, il Monospolis sfrutta il deciso calo finale, dovuto ai pochi allenamenti, e si aggiudica l’incontro. Un vero peccato perché anche solo un punto avrebbe potuto permettere di staccare la Puteolana, fermata dal turno di riposo. A voler vedere il buono, c’è che con la formazione al completo ed un ritrovato stato di forma il Gladiator può giocarsi la salvezza, anche se la classifica comincia ad essere decisamente critica. L’importante pertanto sarà ritrovare effettivi e condizione prima che sia troppo tardi. Intanto una cosa è certo: a dispetto di una situazione societaria disperata, i ragazzi ce la stanno mettendo tutta.

    Redazione sportiva

    PUBBLICATO IL: 11 marzo 2014 ALLE ORE 16:16