Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CALCIO, serie D. MARCIANISE e GLADIATOR: i 3 punti l’unico obiettivo


    Il Progreditur chiama a raccolta i tifosi con prezzi ultrapopolari per chi acquista in prevendita: 5 euro per il biglietto intero, 2 per il ridotto. I nerazzurri al momento ancora senza gli acquisti promessi e necessari per la salvezza: intanto Colella si allena con la squadra. Sembra di essere ritornati a due settimane fa, quando […]

    Un’immagine del confronto tra l’assessore Tartaglione ed il presidente D’Anna, organizzato dal sito Stirpe Marcianisana ed andato in scena in settimana

    Il Progreditur chiama a raccolta i tifosi con prezzi ultrapopolari per chi acquista in prevendita: 5 euro per il biglietto intero, 2 per il ridotto. I nerazzurri al momento ancora senza gli acquisti promessi e necessari per la salvezza: intanto Colella si allena con la squadra.

    Sembra di essere ritornati a due settimane fa, quando si parlava di “domenica della ripartenza, dopo una settimana passata a leccarsi le ferite”. Allora Progreditur Marcianise e Gladiator erano reduci dalle sconfitte sui campi di Francavilla e Turris, oggi dalle partite perse contro Real Hyria e San Severo. Come due settimane fa le sue squadre hanno un solo risultato a disposizione per continuare ad inseguire quelli che oramai sono i loro obiettivi stagionali: promozione per i gialloverdi, salvezza per i neroazzurri. Ma se per i marcianisani il fatto che siano passate due settimane restando in testa è un fatto positivo, il discorso è molto diverso per il Gladiator che ora è scivolato all’ultimo posto in classifica, sia pur in coabitazione: insomma il baratro è lì, inutile nasconderlo.

    Il Marcianise domenica è stato piegato a Vico Equense in quella che è stata da molti, per non dire tutti, la peggiore prestazione stagionale. Contro quella di Cioffi, si è vista una squadra troppo brutta per essere vera e per essere la prima in classifica. Non è stata la sconfitta, per quanta inaspettata, a far preoccupare quando il come è maturata. Ed anche Foglia Manzillo, con il senno di poi, ci ha messo del suo cambiando tanto. In settimana ci si è rimboccati le maniche e si è ripartiti. Tanto è stato detto in questi giorni. Dal direttore generale D’Anna che ha strigliato la squadra, ricordandole che non sono più ammessi passi falsi, alla ritrovata sintonia tra società ed amministrazione, per un concreto impegno in vista di una possibile LegaPro. Che però va conquistata ancora, a partire da domenica contro il Manfredonia in cui andranno rimesse in campo la fame e la concentrazione che hanno portato al primato. E magari un po’ di sostegno in più dalla città: in questa ottica la società ha abbassato i prezzi a 5 euro (da 8) per l’intero ed a 2 (da 4) per il ridotto per chi acquista in prevendita. Per chi invece vorrà acquistare il biglietto all’esterno dello stadio, i prezzi restano i soliti. Più incentivanti di così… All’andata finì 1-0 per i pugliesi, attualmente noni ad otto punti dai gialloverdi. Squadra temibile come dimostra la vittoria due settimane fa sul Taranto e recentemente rinnovata, guidata in mediana da un altro ex del Marcianise dei tempi d’oro, Michele D’Ambrosio: la speranza è che non faccia “male” come, domenica scorsa, Della Ventura.

    Scontro diretto invece per il Gladiator, ultimo e reduce da 11 sconfitte nelle ultime 13 partite. L’avversario è la Puteolana che in settimana ha esonerato Potenza per affidarsi a Bruno Mandragora. Partita in cui mancherà, oltre a Ferrara (che sconterà la seconda giornata di squalifica), anche Laezza espulso domenica a Lucera:  un problema per Di Pierro che dovrà costruire ex novo la coppia di difensori centrali. Eppure in Puglia, nel primo tempo, la squadra non era dispiaciuta: buono l’approccio, anche se si evidenziava un attacco troppo ‘leggero’, anche per l’assenza di Martone infortunato e che non si è allenato nemmeno oggi, cosa che fa presupporre che non sarà della partita nemmeno domenica. Intanto anche quella trascorsa non è stata una settimana semplice: martedì la squadra non si è allenata, dopo la protesta dei tifosi contro la società; mercoledì c’è stato un incontro tra tifosi ed il presidente Vito, al termine del quale quest’ultimo ha affermato che in caso di mancata vittoria contro la Puteolana si dimetterà; oggi Di Pierro non ha diretto l’allenamento per una (diplomatica?) febbre. Intanto dei calciatori nuovi promessi, almeno al momento, nemmeno l’ombra. A meno che uno di questi non sia il 22enne centrocampista Carlo Colella, della Mariano Keller e che da qualche giorno si sta allenando con la squadra. Comunque troppo poco per far scendere i tifosi dalle barricate.

    Redazione sportiva

    PUBBLICATO IL: 24 gennaio 2014 ALLE ORE 15:59