Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CALCIO, serie D. GLADIATOR sempre più nel caos


    Dopo il pareggio con la Gelbison, Cimmino rassegna le dimissioni "fin quando non si aggiusteranno le cose" e la squadra decide che domani non riprenderà gli allenamenti. A meno che non si materializzi una cordata che rilevi la società, a dieci giorni dalle dimissioni di Vito

    cimmino1

     

    E’ caos in casa Gladiator. Pochi minuti dopo il pareggio contro la Gelbison è successo di tutto: l’allenatore che si dimette a termine, la decisione dei giocatori di non riprendere gli allenamenti domani, la contestazione dei tifosi. Partiamo da mister Michele Cimmino che ha rassegnato le dimissioni, fin quando non saranno risolti i problemi che riguardano la società, al momento inesistente a dieci giorni dalle dimissioni di Vito, ed in attesa che si materializzi l’annunciata cordata. Al termine dell’incontro Cimmino  ha annunciato la decisione di dimettersi in sala stampa. “Rassegno – ha annunciato – le dimissioni, fin quando non si aggiusteranno le cose. Voglio chiarire che non abbandono, rimango a disposizione per il Gladiator. Ricordate tutti che il vecchio staff dirigenziale mi ha esonerato dopo Bisceglie e poi mi ha richiamato? Ebbene sì, ora sono io ad andarmene fino a quando non ci saranno le condizioni per allenare. Per adesso mi faccio da parte. Si devono aggiustare le cose”. Pochi minuti dopo la nota della società che ha annunciato come domani non riprenderà la preparazione. “Dopo il pareggio odierno contro la Gelbison e le dimissioni del tecnico Cimmino – si legge – anche la squadra vista la situazione ha preso una propria decisione, cioè quella di non riprendere più gli allenamenti fin quando non ci sarà un quadro chiaro sia della dirigenza sia delle spettanze economiche. Ovviamente la decisione potrebbe rientrare nell’ipotesi in cui nella giornata di domani tutto rientri nella normalità, visto che da circa 10 giorni la squadra non ha nemmeno una figura societaria con cui confrontarsi”. A chiusura di un pomeriggio alquanto turbolento la contestazione dei tifosi, fortunatamente però senza gravi conseguenze.

    Redazione sportiva

    PUBBLICATO IL: 24 febbraio 2014 ALLE ORE 12:33