Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CALCIO, le serie minori. Promozione, Hermes Casagiove, Russo sulla gara di San Vitaliano


    Per il bomber è stato "fondamentale sbloccare la partita nei primi minuti"

    Vincenzo Russo Hermes

    A poco più di un mese dalla scoppola rifilata al Cellole, l’Hermes Casagiove riscopre il significato del verbo “espugnare” e si assicura la sesta affermazione fuori casa. Nel mese di febbraio, i giallorossi della famiglia Corsale hanno ottenuto due pareggi, contro squadre che lottano per la salvezza quali Summa Rionale Trieste e Zupo Teano, che di fatto hanno negato quattro punti dal valore notevole in termini di classifica. Fortunatamente al “Comunale” di San Vitaliano Merola & soci hanno tirato fuori quel carattere autoritario, contro cui i padroni di casa non hanno potuto nulla.

    Un trionfo non semplice che stato preparato con sapienza dall’allenatore Vincenzo Casaccio, il quale ha “azzeccato” la formazione giusta, schierando giocatori di peso nelle zone nevralgiche dello scacchiere. E non è un caso che Sorgente, Chiummariello e Santonastaso siano stati decisivi per le sorti dell’incontro, in virtù della loro maggiore propensione al sodo piuttosto che alla forma. Soluzioni con cui l’attaccante casagiovese Vincenzo Russo si è trovato in completa sintonia: “Era importante vincere su un campo difficile come San Vitaliano. Sono completamente d’accordo con le scelte del mister, che ritengo indovinate in quanto sono stati schierati atleti che hanno le giuste caratteristiche per giocare in certi contesti. Non ci dimentichiamo che in panchina ci sono pezzi da novanta del calibro di Vincenzo Scarpato, Monaco ed altri giocatori di qualità; ma credo che su questi campi prevale la quantità”.

    Autore della doppietta risolutiva, di cui il primo con una pregevole palombella ed il secondo su rigore, l’ex centravanti di San Pio Mondragone e Virtus Carano afferma: “E’ importantissimo sbloccare subito queste gare. Quando non trovi il goal, le cose si complicano e risulta duro vincere. Sono contento per i due goal, soprattutto per il primo che è uguale al goal segnato all’andata. Ne avevo bisogno sia io che il gruppo, poiché entrambi passavamo un momento non brillante e ci siamo rimessi sotto alle prime della classe”.

    Infine, l’attuale capocannoniere del girone A di Promozione, con 17 marcature in 23 incontri di campionato, conclude: “Il terreno di gioco di San Vitaliano ha quasi le stesse caratteristiche del “Comunale” di Casagiove, quindi siamo abituati. C’è meno confidenza da parte nostra, invece, con i manti in erba sintetica come quello di Vitulazio, che ora è diventata la nostra nuova casa. Con il Villa Literno abbiamo avuto più di qualche difficoltà, ma ora ci stiamo adattando alle peculiarità del sintetico. Credo che con la doppia vittoria, abbiamo ritrovato il giusto piglio che avevamo perso e ritorniamo a lottare per il vertice. Senza fare calcoli, altrimenti ci perdiamo”.

    PUBBLICATO IL: 4 marzo 2014 ALLE ORE 17:44