Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CALCIO, il punto sulla serie D. Il Marcianise continua a correre, si ferma il Gladiator


    Il Progreditur batte 4-1 il Gelbison e si porta a +5 sulle seconde. I nerazzurri vengono sconfitti 2-0 a Policoro e sono terzultimi Continua la marcia del Marcianise. I gialloverdi calano il poker sul ‘tavolo’ del ‘Progreditur’, firmato dalle doppiette di Citro e Iadaresta, e consolidano il primato. Stesa la Gelbison che pure era passata […]

    Tifosi Progreditur Marcianise (foto: progrediturmarcianise.it)

    Il Progreditur batte 4-1 il Gelbison e si porta a +5 sulle seconde. I nerazzurri vengono sconfitti 2-0 a Policoro e sono terzultimi

    Continua la marcia del Marcianise. I gialloverdi calano il poker sul ‘tavolo’ del ‘Progreditur’, firmato dalle doppiette di Citro e Iadaresta, e consolidano il primato. Stesa la Gelbison che pure era passata in vantaggio al 7′ con Tedesco, lanciato da Sica. La grande rimonta partiva pochi secondi prima dell’intervallo con il colpo di testa di Iadaresta che mandava le squadre negli spogliatoi sul risultato di 1-1. Nella ripresa il bunker ospite crollava al 65′ : fallo di mani in area di rigore di Criscuolo e calcio di rigore inevitabile trasformato da Citro. Cinque minuti dopo il 3-1 che chiudeva l’incontro, sempre sugli sviluppi di un penalty, concesso per fallo di Ruggeri su Gerardi: questa volta Carotenuto respingeva il tiro di Citro ma sempre sui piedi dell’attaccante marcianisano che ribadiva in rete, per l’11esima marcatura che gli vale il momentaneo titolo di capocannoniere del campionato.  Ed al 74′ arrivava anche il 4-1 finale con la sesta rete in campionato di Iadaresta, sempre di testa. Il campionato è ancora lunga ma il vantaggio sulle seconde ed un attacco ‘atomico’ (33 goal realizzati, 13 più della seconda in questa classifica, il Brindisi) autorizzano sogni di gloria.

    Passo falso invece per il Gladiator che scivola in casa del Real Metapontino. Nerazzurri mai in partita e sotto già prima della mezz’ora con Pignatta. I nerazzurri non reagiscono ed al 79′ arriva il 2-0 che chiude l’incontro con Caridi di testa sugli sviluppi di un  calcio di punizione calciato da Di Senso. La classifica vede i nerazzurri al terzultimo posto, dove sono stati raggiunti proprio dal Metapontino, ma a soli 2 pt di distanza da un terzetto: nulla è ancora compromesso ma bisogna reagire.

    Dando uno sguardo alle squadre fuori provincia, il Matera che osserva il turno di riposo viene raggiunto a quota 22 (-5 dal Marcianise) dal Taranto che, nel bigmatch di giornata, batte il Monospolis (2-1) ma che vanta una partita in più, come il Progreditur, rispetto ai lucani. Mentre il Brindisi impatta a Bisceglie (1-1), il Francavilla espugna il ‘Liguori’ e batte una Turris che sbanda pericolosamente. I biancorossi non vincono da quasi un mese, periodo in cui hanno ottenuto solo due punti in quattro partite, sprofondando in una crisi che non sembra avere fine. Castellucci, che al termine della partita ha avuto un confronto con i tifosi, ha provato anche il tridente ma il risultato è stato negativo. Vantaggio ospite al 17 con Sekkoum, cui rimedia al 63′ Perna. Ma a 5′ dal termine è Pisani a far esultare il Francavilla. Ed in pieno recupero i padroni di casa perdono anche Sollo, espulso per aver fermato Pisani lanciato a rete con un mani fuori area.

    Vittoria per il Real Vico che al ‘Massaquano’ piega il Grottaglie con un buon primo tempo in cui l’esterno offensivo Circiello realizza un gran bel goal al 14′ che vale il terzo risultato utile consecutivo per la formazione azzurro-oro. Nella ripresa basta poco anche perché i pugliesi, penultimi ed in 10 dal 56′ per l’espulsione di Maraglino, non reagiscono, mostrando una preoccupante rassegnazione.

    Nell’anticipo del sabato la Mariano Keller batte 2-0 il San Severo e supera il Manfredonia sconfitto in casa dalla Puteolana. Il colpaccio  flegreo arriva in rimonta con Siciliano (37′) e Manco (67′) su calcio di rigore, dopo che Polidori (8′) aveva sbloccato l’incontro. Curiosità: sono stati espulsi i due portieri, il pugliese De Gennaro (in occasione del penalty, concesso per fallo su Fioretti lanciato a rete) e Despucches (al 90′ per proteste).

    Redazione sportiva

    PUBBLICATO IL: 26 novembre 2013 ALLE ORE 18:00