Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    BASKET, JUVECASERTA-Avellino 76-57. Il derby è bianconero.


    Una Pasta Reggia che soffre solo nel terzo quarto fa suo il derby con la Sidigas Avellino.

    Moore con Molin e Barbagallo

    Moore. Esordio non male per lui.

     

    E’ giunto il momento del tanto atteso derby da cui potrebbero passare un pezzo dei destini della Pasta Reggia di Molin. Avellino, come annunciato alla vigilia, dovrà fare a meno di Kaloyan Ivanov a causa del lutto che lo ha colpito in settimana. Match diretto da Taurino, Mazzoni e Sardella si comincia.
    L’avvio della Pasta Reggia è subito eccezionale: infatti ad aprire le marcature è Tony Easley, a cui risponde la bomba di Cavaliero prima delle due palle rubate in fila di Brooks che valgono quattro punti per i ragazzi di Molin . La Sidigas va in confusione e il controllo goffo di Dragovic sotto canestro ne è l’emblema. La mitragliata da tre della Pasta Reggia, che nel primo quarto tira con il 50% da tre, si porta in doppia cifra di vantaggio. Anche il nuovo arrivato Moore appena entrato esordisce con una conclusione vincente da dietro l’arco dei 6,75m. Vitali dall’angolo fissa il primo mini parziale sul 28-13 Juve.
    Il secondo quarto è molto più avaro di emozioni rispetto al primo, il suo parziale infatti è di solo 11-8, segno di tante difficoltà degli attacchi. La Juve trova il ventello di vantaggio sul 33-13 ma poi si ferma producendo una serie di palle perse che Avellino fa fatica sfruttare. Caserta si ferma in attacco e la Scandone con Thomas molto lentamente prova a rosicchiare qualche punto di svantaggio pur non avvicinandosi mai alla singola cifra di svantaggio. All’intervallo Caserta conduce per 39-21.
    Il terzo quarto è disastroso per la Pasta Reggia, un po’ come il secondo solo che Avellino trova con più continuità il canestro.Haynes da tre riporta la Scandone sul -10, Brooks prova a rilanciare ma Cavaliero spegne le sue speranze. Lakovic e Cavaliero spingono Avellino sotto la doppia cifra, Vitali da tre nel finale vuole portare la Juve all’ultimo mini-intervallo con dieci punti di vantaggio ma Lakovic sulla sirena decide che a fine quarto periodo il punteggio è di 52-44 per Caserta.
    Nel quarto periodo i tifosi bianconeri tremano un po’ ma Jeff Brooks rimette subito le cose in chiaro prendendosi l’attacco sulle spalle. Il fallo antisportivo di Lakovic su Scott chiude la partita con il 2/2 dell’ala statunitense ai tiri liberi e con la schiacciata sull’extra possesso. Gli ultimi minuti sono quelli dello show di Scott e della gioia dei casertani. Il finale è di 76-57.

    PASTA REGGIA CASERTA:Mordente 2, Marzaioli ne, Marini ne, Vitali 11, Tommasini 2, Michelori 1, Brooks 25, Roberts 10, Moore 3, Scott 11, Easley 11.

    SIDIGAS AVELLINO: Thomas 17, Biligha 2, Lakovic 11, Spinelli 2, Dragovic 2, Morgillo ne, Cavaliero 10, Riccio ne, Foster 0, Hayes 13.

    Emanuele Terracciano

    PUBBLICATO IL: 2 marzo 2014 ALLE ORE 21:30