Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    BASKET, conosciamo meglio la terribile Enel


    Ecco la prossima avversaria della Juve Caserta: un Enel Brindisi "schiacciasassi"

    La formazione dell'Enel Brindisi

    La formazione dell’Enel Brindisi

     

    I numeri dell’Enel Brindisi di coach Bucchi sono davvero sorprendenti:30 pt in classifica, 15 partite vinte e 5 perse, 1641 pt realizzati (media di 78,14 pt a partita), 1554 pt subiti (media di 74 pt a partita). La stella della formazione pugliese è Jerome Dyson con i suoi 16,14 pt di media a partita, ma può contare sulla qualità di ali come Delroy James e Miroslav Todic, lunghi dotati di atletismo e tiro da tre punti:infatti James in stagione tira col 26,6% dall’arco dei 6,75 m mentre l’ala bosniaca ha addirittura il 28,3%. La cabina di regia di Brindisi è affidata alle sapienti mani di Folarin Campbell che dispensa 1,8 assist a partita con 9,57 pt di media. Da pochi mesi hanno aggiunto al roster anche un centro fisico come David Chiotti (cercato anche dalla Juve prima che scegliesse Brindisi) che sta dando una mano soprattuto dal punto di vista difensivo. Prima delle Final 8 l’infortunio di Massimo Bulleri ha privato la squadra dell’uomo di esperienza che era stato preso in estate appunto per compensare un po’ di inesperienza della compagine pugliese. L’Enel è una squadra molto atletica, al pari di Caserta, che ama correre in transizione ed ha lunghi atletici e presenti a rimbalzo. Brindisi può essere considerata la sorpresa della stagione 2013/14, infatti, anche se l’anno scorso i pugliesi avevano vissuto un avvio di campionato analogo, poi si erano persi nel corso del giorne di ritorno, restando così a fine stagione ben lontani dai playoff.

    Emanuele Terracciano

    PUBBLICATO IL: 5 marzo 2014 ALLE ORE 11:05