Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LEGAPRO. AVERSA NORMANNA-Tuttocuoio finisce 1-1. Di Costanzo a rischio


    Di Vicino su calcio di rigore porta in vantaggio i normanni. Ospiti in 10 per l'espulsione di Colombo. Nell'altro anticipo, sempre all'intervallo, Arzanese avanti 3-2 sul campo del Castel Rigone

    All'intervallo, l'Aversa di mister Di Costanzo conduce 1-0.

    Ancora una beffa per l’Aversa di mister Di Costanzo. Panchina a rischio?

     

     

    AVERSA NORMANNA-Tuttocuoio 1-1

    AVERSA NORMANNA (4-4-2): D’Agostino; Gennari, Porcaro, Di Girolamo, Esposito; Galizia, Prevete (86’ De Rosa), Gatto, Di Vicino; Jogan (67’ Vicentin), Orlando (80’ Comini). A disposizione: Russo, Balzano, Villanova, Majella. All. Di Costanzo

    TUTTOCUOIO (4-3-1-2): Bacci; Arvia, Falivena, Balde, Carroccio; Giannattasio (63’ Cherillo), Zane, Salzano (72’ Di Giuseppe); Rosati (63’ Catanese); Ferrari, Colombo. A disposizione: Morandi, Cardarelli, Colombini, Colombini. All. Alvini

    ARBITRO: Marinelli di Tivoli (Lacalamita e Di Monte)

    RETI: 27’ rig. Di Vicino e 91’ Ferrari

    NOTE: Espulso Colombo al 32’ per doppia ammonizione. Ammoniti Bacci e Salzano (TU), Di Girolamo, Gatto e D’Agostino (AN). Recupero 2’ pt e 5’ st. Spettatori: 400 circa

    Ancora una beffa, sempre nei minuti di recupero. L’Aversa Normanna domina nel primo tempo, trova il goal del vantaggio con Di Vicino su calcio di rigore ma non trova il guizzo per raddoppiare e chiudere l’incontro. E così nei minuti di recupero, dopo qualche sofferenza di troppo vista la superiorità numerica dovuta all’espulsione di Colombo, quando la partita si avviava oramai verso la fine, subisce un goal dovuto all’ennesimo errore difensivo su calcio d’angolo da Ferrari. Conclusione: un pareggio che non serve a nessuna delle due squadre e che mette in serio pericolo la panchina di Di Costanzo.

    Tante le novità rispetto a quanto previsto per Di Costanzo. In porta torna D’Agostino a posto di Russo. La difesa è quella prevista alla vigilia con Gennari ed il rientrante Esposito sulla fasce ed il tandem Porcaro-Di Girolamo. A centrocampo non c’è Comini bensì Galizia sull’esterno con Di Vicino sull’altra fascia e, opzione prevista alla vigilia, Prevete al centro del campo invece di Suarino, al fianco di Gatto. In attacco coppia Jogan-Orlando. In casa Tuttocuoio c’è Carroccio sulla fascia sinistra e Rosari dietro le due punte.

    La partita, per il campo molto pesante, comincia a ritmi molto bassi. Al 12’ calcio di punizione di Di Vicino e palla pericolosa in area allontanata con i pugni da Bacci. Galizia ci prova un paio di volte dal limite dell’area di rigore ed in un’occasione (24’) sfiora l’incrocio della porta ospite. Al 27’ arriva il vantaggio normanno. Tiro di Di Vicino respinto con i piedi da Bacci sui piedi di Prevete il cui tiro trova sulla traettoria un difensore locale: la palla carambola sui piedi di Orlando che prova a saltare Bacci, il quale lo mette giù e l’arbitro non può che fischiare il calcio di rigore ed ammonire l’estremo difensore. Dagli undici metri Di Vicino non fallisce ed è 1-0.

    La formazione ospite s’innervosisce ed al 32’ il capitano Colombo, ammonito, protesta ulteriormente e viene espulso lasciando i suoi in 10. La partita si mette in discesa per i granata che più volte sfiorano il raddoppio. Al 38’ tiro di Gatto dal limite dell’area di rigore che finisce fuori non di molto. Al 40’ Prevete dal fondo mette la palla al centro ma nessuno ci arriva.

    Nel secondo tempo, partono meglio gli ospiti che al 47’ sfiorano il goal con un tiro di Giannattasio dal limite dell’area che finisce a lato non di molto. L’Aversa soffre ma resiste, anche perché D’Agostino non è molto impensierito. Tuttavia Di Costanzo inserisce forze fresche con Vicentin al posto di Jogan. La partita a tratti è nervosa e non succede granché per diversi minuti. Al 74’ occasione per il raddoppio normanno: Orlando s’invola sul filo del fuori gioca ma, a tu per tu con Bacci, si fa respingere il tiro dal portiere ospite. Un minuto dopo è Vicentin, servito da Orlando, a fallire una buona opportunità scontrandosi con Bacci al momento del tiro. Al 78’ brividi in area granata per un tiro del neo entrato Di Giuseppe che si spegne a lato non di molto. Di Costanzo capisce che è il momento di coprirsi ed inserisce Comini al posto di Orlando, con Di Vicino che avanza di qualche metro a sostegno di Vicentin. Il Tuttocuoio però non demorde. Qualche minuto De Rosa entra al posto di uno stanchissimo Prevete. Al 91’ la beffa: calcio d’angolo su cui D’Agostino esce in maniera approssimativa e palla che carambola su Ferrari finendo in rete.

    Nell’altro anticipo clamoroso 4-3 dell’Arzanese sul campo del Castel Rigone.

    CLASSIFICA AGGIORNATA: CASERTANA e Terano 47; Cosenza 46; Foggia 40; Ischia 38; Vigor Lamezia, Chieti e Messina 35;; Melfi e Castel Rigone (1 partita in più) 33; AVERSA NORMANNA (1 partita in più) e Tuttocuoio (1 partita in più) 32; Poggibonsi 29; Martina 27; Aprilia e Sorrento 26; Arzanese (1 partita in più) 25; Gavorrano 21

    26esima giornata: Aprilia-CASERTANA; Teramo-Melfi; Foggia-Cosenza; Vigor Lamezia-Ischia; Messina-Chieti;  Martina-Poggibonsi; Sorrento-Gavorrano

    Redazione sportiva

    PUBBLICATO IL: 1 marzo 2014 ALLE ORE 15:20