Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    VILLA DI BRIANO Magliulo chiede 3 milioni alla Cassa Depositi e Prestiti. L’opposizione: “Condannati ad un ergastolo economico”


    Il comune pagherà circa 16 mila euro al mese per 30 anni. La minoranza: ” Nonostante il prestito on verranno soddisfatti tutti i creditori, calcolando che solamente, di per sé, il Consorzio per la raccolta dei rifiuti (C.U.B.) vanta un credito di 3,2 milioni di €uro” COMUNICATO STAMPA - Ormai i mutui e i debiti che l’Amministrazione Magliulo […]

    Nella foto Magliulo

    Il comune pagherà circa 16 mila euro al mese per 30 anni. La minoranza: ” Nonostante il prestito on verranno soddisfatti tutti i creditori, calcolando che solamente, di per sé, il Consorzio per la raccolta dei rifiuti (C.U.B.) vanta un credito di 3,2 milioni di €uro”

    COMUNICATO STAMPA - Ormai i mutui e i debiti che l’Amministrazione Magliulo ha contratto negli ultimi anni non si contano più.

    L’ultima stangata è in arrivo. La Giunta Comunale, composta dal Sindaco Magliulo, dall’assessore Vincenzo Pellegrino e dall’Assessore al bilancio, Giacomo Maisto, con delibera nr. 31 del 04.06.2013  ha fatto richiesta alla Cassa Depositi e Prestiti s.p.a. di un’anticipazione di liquidità di circa 3 milioni di €uro finalizzata al pagamento dei debiti.

    Praticamente la Giunta fa debiti per togliersi altri debiti. In genere i cittadini sono abituati a vedere queste cose in occasione del cd “cambio di guardia”, cioè quando subentra una nuova amministrazione che cerca di tamponare i guai fatti dalla precedente mala-amministrazione. Ai cittadini di Villa di Briano non poteva capitare sciagura peggiore che avere, ininterrottamente,  Dionigi Magliulo come Sindaco dal 2007 e nel biennio precedente come assessore.

    Il prestito richiesto alla Cassa DD.PP. s.p.a. peserà sulle generazioni future, per 30 anni e precisamente fino al 31.05.2042. Una vera e propria condanna ad “un ergastolo economico” per la cittadinanza che con un tasso di interesse che si aggira al 3,5% annuo, ogni mese il Comune pagherà circa 16 mila €uro per 30 anni, con l’amara consapevolezza che nonostante tutto, non verranno soddisfatti tutti i creditori, calcolando che solamente, di per sé, il Consorzio per la raccolta dei rifiuti (C.U.B.) vanta un credito di 3,2 milioni di €uro.

    I Consiglieri di Minoranza  Antonio Maisto,  Luigi Della Corte e  Giordano Bruno hanno richiesto l’elenco di tutti i creditori che vantano crediti certi, liquidi ed esigibili nei confronti del Comune, allertando già la Magistratura penale e Contabile.

     

    PUBBLICATO IL: 15 giugno 2013 ALLE ORE 11:31