Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Vi ricordate quanti cortigiani e “leccaculo” attorno a Polverino? Scomparsi. Il suo segretario Marco Carleo ora fa l’assistente parlamentare di Sarro


        Ieri, mercoledì, è arrivato nella stessa auto del deputato di Piedimonte Matese, a sua volta accompagnato da Giancarlo Della Cioppa CASERTA – Puntualmente, come è successo in passato, quando politici da noi tenuti sotto strettissima cura per anni, sono caduti in disgrazia o hanno attraversato momenti complicatissimi, vedi Nicola Cosentino, anche questa volta va […]

     

    Nelle foto, da sinistra, Marco Carleo, Carlo Sarro e Angelo Polverino

     

    Ieri, mercoledì, è arrivato nella stessa auto del deputato di Piedimonte Matese, a sua volta accompagnato da Giancarlo Della Cioppa

    CASERTA – Puntualmente, come è successo in passato, quando politici da noi tenuti sotto strettissima cura per anni, sono caduti in disgrazia o hanno attraversato momenti complicatissimi, vedi Nicola Cosentino, anche questa volta va a finire che il più implacabile censore dell’attività politica del personaggio caduto in disgrazia diventa il garante dei suoi diritti, il difensore nel momento in cui tutti quelli che hanno leccato per anni, oggi, con grande ed evidente lealtà, girano le spalle e vanno a mangiucchiare altrove.

    Che dobbiamo fare, siamo fatti così: forti con i forti, solidali con i deboli, anche quando si tratta di personaggi pubblici che abbiamo bersagliato impietosamente, marcando, ogni volta che ce ne è stata data la possibilità dalle contingenze cronistiche, la nostra avversione per modelli comportamentali e di esercizio della loro funzione pubblica.

    E’ capitato questo, come detto, con Cosentino, capita questo anche con Polverino. Quanti erano quelli che fino ad un mese fa lo lisciavano sperando di cavarci qualcosa? E quanti di quelli oggi si sono andati ad incatenare sotto al carcere per protestare contro la sua carcerazione preventiva?

    0!

    E stando a quello che si è visto in questi giorni, anche i diretti collaboratori del consigliere regionale sono in fuga e alla ricerca di altre collocazioni all’interno del sottobosco della sottopolitica.

    Ha sorpreso non poco vedere Carlo Sarro, arrivare alla manifestazione di ieri, mercoledì, sotto palazzo Grazioli, insieme a Marco Carleo, l’avvocato che per anni è stato l’ombra di Angelo Polverino e che ora, stando a rumors molto accreditati, sarebbe diventato l’assistente parlamentare proprio di Carlo Sarro.

    Nella stessa auto viaggiava il presidente del Consiglio provinciale Della Cioppa. Aveva condiviso con Sarro una relazione politica intensa con Polverino in funzione anti-Romano. Ora, entrambi hanno già aderito al cartello elettorale di Aldo Patriciello.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 28 novembre 2013 ALLE ORE 16:29