Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Un giorno di protesta contro la “malapolitica” a MONDRAGONE. Taglialatela invita tutti i commercianti ad una serrata contro la TARES e non solo…


      Per il socialista si sta assistendo ad una semplice “guerra tra bande”. MONDRAGONE – Forse il leader socialista di Mondragone, Antonio Taglialatela è stato ispirato dal video servizio speciale di Casertace, che ha dato voce in esclusiva a numerosi commercianti di Mondragone, i quali hanno contestato il carico fiscale imposto con la Tares. Direte voi […]

     

    Nelle foto, da sinistra, Giovanni Schiappa e Antonio Taglialatela

    Per il socialista si sta assistendo ad una semplice “guerra tra bande”.

    MONDRAGONE – Forse il leader socialista di Mondragone, Antonio Taglialatela è stato ispirato dal video servizio speciale di Casertace, che ha dato voce in esclusiva a numerosi commercianti di Mondragone, i quali hanno contestato il carico fiscale imposto con la Tares. Direte voi perchè? Perchè dopo due giorni, a conclusione delle festività di Natale il segretario cittadino del Psi, ha deciso di proporre un giorno di protesta contro la “malapolitica economica”, che a suo dire ha affossato non solo l’economia locale, ma ha torchiato letteralmente cittadini e commercianti.

    Taglialatela propone una serrata dei negozi… L’esponente politico va ben oltre comunque la contestazione politica e si pone in una posizione critica rispetto alla politica fiscale condizionata, purtroppo, come conseguenza anche “da una guerra tra bande” che si accusano a vicenda su quanto è accaduto in città: “Stanno affossando l’economia cittadina: i debiti contratti dalla malapolitica non si pagano con le tasche dei cittadini, siamo fortemente preoccupati adesso per l’arrivo della Tasi. Abbiamo l’addizionale IRPEF più alta d’Italia, una Tares che dovrebbe prevedere almeno il doppio di efficienza della raccolta differenziata rispetto al servizio attualmente erogato alla Comunità e cosa fanno i nostri Amministratori ? Semplice, si divertono ad alimentare una squallida guerra tra bande, senza capo e senza coda”.

    Max Ive 

     

    QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DELLA NOTA STAMPA DI ANTONIO TAGLIALATELA

    Una serrata di un giorno di tutte le saracinesche delle attività commerciali, in ogni quartiere della città, un invito alle associazioni di categoria dei commercianti a far valere con l’Amministrazione Comunale tutte le ragioni dei loro associati: è assurdo che i cittadini e i commercianti vengono letteralmente affossati con tali provvedimenti iniqui mentre l’Amministrazione Comunale perde tempo per fare della becera propaganda elettorale, sperperando cosi ulteriori risorse pubbliche,  distogliendo i cittadini dalle attenzioni reali rispetto alla natura dei tanti problemi presenti – afferma duramente il segretario cittadino del Psi, Antonio Taglialatela -

    Abbiamo una pressione fiscale locale da dissesto finanziario non dichiarato.

    Stanno affossando l’economia cittadina: i debiti contratti dalla malapolitica non si pagano con le tasche dei cittadini, siamo fortemente preoccupati adesso per l’arrivo della Tasi.

    Abbiamo l’addizionale IRPEF più alta d’Italia, una Tares che dovrebbe prevedere almeno il doppio di efficienza della raccolta differenziata rispetto al servizio attualmente erogato alla Comunità e cosa fanno i nostri Amministratori ? Semplice, si divertono ad alimentare una squallida guerra tra bande, senza capo e senza coda.  

    I contribuenti mondragonesi che con grande abnegazione fanno la raccolta differenziata, si vedono recapitare, ogni anno, in maniera del tutto indiscriminata, aumenti illogici dei costi del servizio, senza alcuna motivazione valida, e, soprattutto, senza ricevere un servizio di una certa qualità poiché il comune (i nostri cari amministratori). 

    Invitiamo dunque gli operatori commerciali ad una mobilitazione generale, siamo davvero alla frutta – conclude il segretario cittadino del Psi, Antonio Taglialatela

    PUBBLICATO IL: 7 gennaio 2014 ALLE ORE 11:49