Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Ad

    TUTTI I NOMI DEGLI ASPIRANTI SEGRETARI: il patto della vecchia politica Cappello, Caputo, Marino non piace ai veri renziani


    Da un lato la candidatura di Enzo Cappello, sostenuta dal consigliere Caputo, dall’altro un fitto schieramento di nomi che, al momento, non riesce a canalizzare in modo omogeneo la sua forza su un solo nome CASERTA - Il Partito Democratico di Caserta entra in fibrillazione. Appena si tratta di discutere di candidature, immediatamente si aprono […]




    Nella foto in alto, da sinistra, Picierno, Cappello e Ucciero. In basso, da destra, Vitale, Villano e Stellato

    Da un lato la candidatura di Enzo Cappello, sostenuta dal consigliere Caputo, dall’altro un fitto schieramento di nomi che, al momento, non riesce a canalizzare in modo omogeneo la sua forza su un solo nome

    CASERTA - Il Partito Democratico di Caserta entra in fibrillazione. Appena si tratta di discutere di candidature, immediatamente si aprono le danze. Questa volta è in ballo la carica di segretario provinciale e le candidature dovranno essere presentate entro domani sera.

    Telefoni roventi, incontri segreti, alleanze che si compongono e si scompongono ed i nomi, di possibili candidati, che circolano. Tanti per la verità, a partire dal segretario uscente, Vincenzo Cappello sindaco di Piedimonte Matese. Da parte sua ci sarà una discesa in campo, sostenuta dal consigliere regionale Nicola Caputo, da Lucia Esposito, prima delle non elette al Senato e probabilmente da Carlo Marino, consigliere comunale a Caserta e coordinatore dell’area Renzi a Caserta.

    Ma proprio questo schieramento fa verificare la prima spaccatura, in quanto Carmine De Lucia, altro consigliere comunale di S. Felice a Cancello è stato sponsorizzato da una parte dei renziani, in contrasto con l’ipotesi sostenuta da Marino. E poi c’è la deputata Pina Picierno, anche lei approdata all’area Renzi, che pure non sosterrà Cappello, alla ricerca di una figura giovane da presentare come segretario.

    In questo scenario concitato e convulso un gruppo di giovani si è mosso ed ha proposto il superamento delle antiche contrapposizioni per giungere ad una rinnovata fase.

    In particolare l’intenzione è quella di proporre una figura anche in questo caso nuova, per guidare il partito in provincia di Caserta.

    Nel frattempo in molti stanno a guardare con interesse a questo movimento interno al Pd.

    In sintesi, da un lato, c’è la candidatura ferma di Cappello, dall’altro lato c’è un folto schieramento che non si sa se riuscirà ad unirsi e dunque non si comprende quali e quanti saranno in nomi in campo. Circolano diverse ipotesi, ognuna delle quali determina un diverso posizionamento all’interno del Pd, potendo determinare anche un rafforzamento delle posizioni del duo Cappello-Caputo.

    Venendo ai nomi in circolazione, c’è sicuramente quello di Pina Picierno nonché quello di Carmine De Lucia, quali maggiori esponenti dell’area Renzi. Ma si fanno con insistenza anche i nomi di altri giovani, tra cui quello di Nicola Ucciero, già candidato sindaco a Villa Literno, Marco Villano consigliere comunale ad Aversa, Enzo Guida, consigliere comunale a Cesa, Pasquale Stellato, proveniente dai Giovani Democratici, e quello del sindaco di Parete Raffaele Vitale.

    Francesco Farina




    PUBBLICATO IL: 10 ottobre 2013 ALLE ORE 20:55