Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LA CONVENTION UDC 1/ Il giorno di Gianpiero sotto l’ala di Casini:«Non è un figlio di papà, ma uno bravo che merita»


    Caserta - Pier Ferdinando Casini si è fatto attendere, e non poco, ma alla fine è arrivato. Belle speranze per l’Italia: oggi pomeriggio, il leader centrista, nella sala congressi del Crowne Plaza, ha dato una vera e propria investitura a Gianpiero Zinzi: «Non siamo certo qui a privilegiare i figli degli ex deputati, Gianpiero non è un negletto, è […]

    Gianpiero Zinzi e Pier Ferdinando Casini alla convention Udc

    Caserta Pier Ferdinando Casini si è fatto attendere, e non poco, ma alla fine è arrivato. Belle speranze per l’Italia: oggi pomeriggio, il leader centrista, nella sala congressi del Crowne Plaza, ha dato una vera e propria investitura a Gianpiero Zinzi: «Non siamo certo qui a privilegiare i figli degli ex deputati, Gianpiero non è un negletto, è un ragazzo bravo e intelligente» dice alla platea, sorridendo a «Mimì», come lo chiama lui, seduto in primissima fila.

    «Formeremo la Lista per l’Italia, mettendo insieme chi nutre passione per la politica, chi è contro il populismo di Grillo e Renzi; chi è contro l’astensionismo». Così ha esordito il leader dell’Udc, lasciando, dopo le prime battute, la parola a «le testimonianze di belle speranze», andandosi a sedere tra il presidente della Provincia e il segretario provinciale Gabriella D’Ambrosio.

    Testimoninaze di belle speranze: storie diverse da quelle che, quotidianamente, leggiamo accostate alle percentuali a doppia cifra della disoccupazione giovanile in Italia; a raccontarle sul palco, sono saliti: Gaetano Riccardelli, ideatore di City4Bike; Cristina Pepe, ricercatrice alla SUN e all’Università di Trento, Andrea Tuzio, speaker di Radio Deejay casertano trasferitosi a Milano; Peppe Pagano, uno dei fondatori della Nuova Cucina Organizzata, promotore di Facciamo un pacco alla camorra, Fabrizio Arnone, presidente della Consulta Provinciale degli studenti e Andrea Di Nino, preparatore di nuotatori olimpionici allo Stadio del Nuoto a Caserta.

    Gianpiero Zinzi, dopo la prima ora, prende il microfono e parte dal ruolo tradito della scuola e dell’università, degli «insegnati sottopagati»; parla della necessità di sgravi fiscali alle imprese innovative, alle start up, per alleviare la crisi e, poi, arriva alla Provincia di Caserta: «Non si può pensare di poter scorporare un tribunale, come quello di Santa Maria Capua Vetere che, tanto ha dato contro la lotta alla criminalità organizzata» e prosegue con l’aeroporto di Grazzanise, attaccando un articolo (CLICCA QUI PER LEGGERLO) a firma di Sergio Rizzo comparso sul Corriere della Sera, che ritraeva il progetto come «la classica cattedrale nel deserto, messa in un territorio inquinatissimo dalla camorra» e citando, per controbattere, il parere positivo che l’Enac,l’ Ente nazionale per l’Aviazione civile, avrebbe espresso su Grazzanise e, dunque, sul seppellimento definitivo di Capodichino, a Napoli.

    Tornando sul Tribunale e alla lotta alla criminalità, Casini dice: «La camorra è l’antistato perché contende l’egemonia allo Stato; badate bene, però, che spesso le Istituzioni non hanno tutti gli strumenti per combatterla efficacemente». E, aggiunge, parlando sempre della criminalità: «Una generazione di disoccupati, come quella che c’è oggi, è spinta verso questi lidi».

    Una convention diversa dalle solite, sulla falsa riga di quelle viste oltreoceano, senza cerimoniosi riti e macchinosi interventi dei dirigenti del partito, ma centrata su contenuti portati da esterni, come le «testimonianze di Belle speranze». Contenuti che, sicuramente, Gianpiero Zinzi avrà visto e rivisto, affinché riuscissero a trasmettere un messaggio di ricambio generazionale, non solo anagrafico, ma dell’esercizio della politica.

    Una «forma nuova di partecipazione», come l’ha definita Pier Ferdinando Casini. Ad occhio e croce, tra la sala e i corridoi esterni, c’erano millecinquecento, o poco più, persone.

    Giovanni Vanore

    PUBBLICATO IL: 1 dicembre 2012 ALLE ORE 21:53