Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    TUTTI I VIDEO, LE FOTO, I VOLTI E GLI INTERVENTI, Forza Italia riparte dai 104 comuni del casertano. Nitto Palma accusa di tradimento gli esponenti del Nuovo Centrodestra. Del Gaudio chiede aiuto sul caso Udc


      La parlmanetare Petrenga sottolinea il fatto che in sala, al Crown Palza, non sono presenti “42 comuni”, ma tutti i 104 municipi di Terra di Lavoro. “Berlusconi e Forza Italia sono l’araba fenice… allora siamo già risorti.  CLICCA QUI PER LEGGERE IL CASO MONDRAGONE E L’ULTIMATUM A SCHIAPPA CLICCA QUI PER LEGGERE IL CASO […]

    Una foto con i giovani di Forza Italia

     

    La parlmanetare Petrenga sottolinea il fatto che in sala, al Crown Palza, non sono presenti “42 comuni”, ma tutti i 104 municipi di Terra di Lavoro. “Berlusconi e Forza Italia sono l’araba fenice… allora siamo già risorti. 

    CLICCA QUI PER LEGGERE IL CASO MONDRAGONE E L’ULTIMATUM A SCHIAPPA

    CLICCA QUI PER LEGGERE IL CASO CASTEL VOLTURNO

     

    [nggallery id=54]

     di Massimiliano Ive

    CASERTA – Si sono conclusi i lavori del meeting di Forza Italia al Crown Plaza di Caserta e noi di Casertace siamo in grado non solo di offrirvi una galleria fotografica assortita mediante la quale potrete vedere chi c’era e chi non c’era, ma potrete anche comprendere il messaggio politico lanciato in tale occasione e quali saranno le nuove strategie del partito all’indomani della nascita del Nuovo Centrodestra di Alfano.

    In effetti, mentre fanno ancora eco le notizie sulla costituzione del gruppo del Nuovo Centrodestra in provincia di Caserta al quale hanno aderito il presidente del Consiglio regionale della Campania, Paolo Romano, i sindaci Pasquale De Lucia, Angelo Di Costanzo, Giovanni Schiappa, e molteplici esponenti politici di 42 comuni casertani, ecco che l’intervento della parlamentare azzurra, Giovanna Petrenga al Crown Plaza, in occasione dell’adunata forzista, ha sottolineato che “L’araba fenice di Berlusconi è già risorta in tutti e 104 comuni della provincia di Caserta“… quasi a risaltare il dato che Forza Italia è ancora maggioranza rispetto al gruppo di Paolo Romano.

    Intorno alle 11, nel convegno moderato dalla giornalista Francesca Nardi, proprio la deputata e coordinatrice cittadina del gruppo dei Berlusconiani a Caserta ha puntato tutto il suo intervento sulla necessità di aprire il partito ai giovani: “Berlusconi a Roma ci ha dato mandato di scommettere su una nuova classe dirigente del partito, che siete voi giovani qui presenti….“.

    Il primo sindaco ad intervenire nel dibattito politico azzurro è stato quello di Caserta, Pio Del Gaudio che accompagnato dal vicesindaco Enzo Ferraro, ha invitato Francesco Nitto Palma ad intervenire sul caso Caserta: “Nitto ieri (venerdì) mi volevano mandare a casa. Un piccolo partito, nemmeno rappresentato a livello nazionale aveva deciso di votare contro il bilancio e sfiduciarmi… Occorre un tuo intervento sul caso Udc...”. Una sorta di richiesta di aiuto, in un momento quasi drammatico per l’amministrazione di centrodestra del Capoluogo.

    Più moderato e da autentico conservatore è stato l’intervento dell’ex coordinatore provinciale del Pdl, Pasquale Giuliano, il quale ha precisato: “Bisogna puntare sui giovani, ma in connubio con questa classe dirigente che ha saputo dirigere il partito…“. Qualche mea culpa sulla gestione berluscocentrica e verticistica del partito, da parte dell’ex senatore aversano e’ stato palesato, ma lo stesso ha invitato i presenti a radicare il partito sul territorio andando anche al di là della figura politica di Berlusconi.

    Poi è stata la volta degli assessori regionali, quali Daniela Nugnes, Vetrella, Martusciello e di alcuni sindaci che hanno deciso di intervenire a margine del convegno. Infine a prendere la parola, prima del gran finale di Nitto Palma è stato l’europarlamentare Aldo Patriciello, anche lui presente in aula seduto al fianco del senatore Carlo Sarro.

    Un piccolo intervento è stato esplicitato dal consigliere provinciale Garofalo che ha attaccato senza mezzi termini il progetto del Nuovo Centrodestra, accusando Alfano e il ministro beneventano De Girolamo di essere delle creature di Silvio Berlusconi, le quali pur non avendo un seguito elettorale hanno ricoperto incarichi di prestigio.

    Come, abbiamo scritto, alla fine è stata concessa la parola al coordinatore regionale Nitto Palma che come potrete constatare nel video pubblicato in primo piano, ha tentato di incentrare il suo intervento su temi, per così dire caldi: Imu, tasse, Terra dei Fuochi, addebitando al gruppo del Nuovo Centrodestra non solo di essere divenuto il “punteruolo del centrosinistra che sostiene il Governo Letta“, ma di aver anche “tradito Berlusconi e i propri elettori…“, e di “aver boicottato la politica fiscale di Forza Italia, nonchè la proposta politica dei parlamentari del Pdl della Campania al fine di superare la questione Terra dei Fuochi“.

    La sala ha risposto con uno scroscio di applausi.

    Noi di Casertace nella galleria fotografica che pubblichiamo a corredo di questo articolo possiamo farvi vedere i volti dei presenti: Daniela Nugnes, Carmine Antropoli, Pio Del Gaudio, Enzo Ferraro da Caserta, Giovanna Petrenga, il consigliere Manzo da Cancello Arnone, Giusy Pascarella da Maddaloni, il sindaco De Angelis da Marcianise, Sergio Luise da Castel Volturno, Giuseppe Piazza, Gallo e Conte da Mondragone, Nicla Virgilio e Gianpaolo Dello Vicario da Aversa, Filippo Mazzarella, Lucrezia Cicia e Adele Vairo da Caserta, Teresa Ucciero, il parlamentare Enzo D’Anna, il senatore Carlo Sarro, i rappresentanti del Club di Forza Italia del Villaggio Coppola con Cesare Diana… l’ex assessore Martucci e… il riesto li riconoscere mediante le foto e i video.

     

     

     

    PUBBLICATO IL: 30 novembre 2013 ALLE ORE 19:22