Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Sondaggio Sky: Campania Senato, Berlusconi completa la rimonta. Più tardi i seggi partito per partito nel modello matematico


      Il destino elettorale di Enzo D’Anna appeso ad un filo. Solo uno 0,6% separa, secondo Tecné il centrosinistra dal centrodestra. Per la prima volta, Ingroia e De Magistris sotto all’8%. Grillo mirabolante: eleggerebbe 4 senatori campani. CASERTA- Partiamo da un punto fermo: un istituto di sondaggio autenticamente terzo e non tifoso, come tanti che […]

    Nella foto, il sondaggio Tecné Senato Campania

     

    Il destino elettorale di Enzo D’Anna appeso ad un filo. Solo uno 0,6% separa, secondo Tecné il centrosinistra dal centrodestra. Per la prima volta, Ingroia e De Magistris sotto all’8%. Grillo mirabolante: eleggerebbe 4 senatori campani.

    CASERTA- Partiamo da un punto fermo: un istituto di sondaggio autenticamente terzo e non tifoso, come tanti che da un lato e dall’altro,stanno dando letteralmente i numeri nella giornata odierna, l’ultima in cui, in forza della legge più stupida e antidemocratica dell’universo, detta della parcondicio. L’istituto di sondaggio in questione di chiama Tecné e per lavorare in esclusiva per Sky di Robert Murdoch, che certo non è un amico di Berlusconi, deve possedere delle solide qualità scientifiche.

    Nella foto, Enzo D’Anna

    Ebbene, questo sondaggio, pubblicato ieri, concede al centrosinistra al Senato, in Campania, un vantaggio di 0,4%: 30,0% alla coalizione di Bersani, 29,6% al centrodestra, un mirabolante 17,5 a Grillo, 13,3% alla lista Monti, mentre per la prima volta Rivoluzione Civile di Ingroia e De Magistris è dato sotto all’8%, precisamente al 7,2%.

    Più tardi scomporremo i risultati delle coalizioni nelle cifre dei vari partiti. E siccome, a questo punto, il risultato della Campania è diventato veramente incerto, ipotizzeremo nel nostro modello matematico lo scenario della vittorio del centro sinistra e uno scenario di vittoria per il centro destra, assegnando i seggi, partito per partito.

    Per il momento questa conformazione del consenso concederebbe al centrosinistra i 16 seggi della maggioranza, al centrodestra di Berlusconi 6 seggi, Grillo vedrebbe raddoppiare la sua rappresentanza da 2 a 4 senatori, mentre la lista Monti si attesterebbe a 3 seggi, con Ingroia e De Magistris fuori. Ma la partita è apertissima e oggi ne leggerete delle belle.

    Chiaramente se il risultato dovesse essere cristallizzato in questa maniera, Enzo D’Anna entrerebbe, ovviamente fermo restando l’opzione del capolista Berlusconi per un’altra Regione, solo qualora né Grande Sud, né Fratelli d’Italia raggiungessero lo sbarramento “intra coalizioni” del 3%.

    G.G.

     

    PUBBLICATO IL: 8 febbraio 2013 ALLE ORE 11:56