Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    SESSA AURUNCA L’editore Capriglione continua a fare il pieno di affidamenti per i servizi sociali e di quattrini. Gioco sempre più pericoloso


    Il re dei servizi sociali, in questo momento, da proprietario di fatto della Gazzetta di Caserta, scrive dei comuni che gli danno gli affidamenti. Evidentemente la storia recente dell’editoria casertana non ha insegnato nulla SESSA AURUNCA – Domani parte ufficialmente anche a Sessa Aurunca l’anno scolastico, con eccezione degli alunni del Istituto comprensivo Leone IX […]

    Nella foto Casale e Tommasino

    Il re dei servizi sociali, in questo momento, da proprietario di fatto della Gazzetta di Caserta, scrive dei comuni che gli danno gli affidamenti. Evidentemente la storia recente dell’editoria casertana non ha insegnato nulla

    SESSA AURUNCA – Domani parte ufficialmente anche a Sessa Aurunca l’anno scolastico, con eccezione degli alunni del Istituto comprensivo Leone IX che hanno già iniziato giovedì scorso, e non ancora è stato affidato dal comune il servizio di sostegno scolastico per gli alunni diversamente abili  e il servizio trasporti degli stessi.

    Scoprirne il motivo è molto semplice. Sono piu’ di tre anni che i due servizi, che vedono impegnati moltissimi operatori “scelti” dalla politica, è affidato in regime di proroga, nonostante la legge non lo preveda, sempre alla stessa cooperativa, gestita dal plenipotenziario Pasquale Capriglione, da poco tempo entrato pericolosamente nel mondo dell’editoria acquisendo il controllo della Gazzetta di Caserta (dato che è pericoloso avere la proprietà di un giornale ed esercitare il proprio lavoro attraverso incarichi dati dai comuni di cui si parla nel giornale, evidentemente la storia non si insegna nulla)

    Sembrava che questa amministrazione, che con il suo sindaco Tommasino, sventola a destra e a manca la bandiera della legalità e della trasparenza, avesse finalmente preso in considerazione di fare, cosi come la legge prevede, un bando per l’affidamento. Infatti con delibera di giunta n. 74 del 23 aprile 2013, su proposta del silurato ex asssessore ai servizi sociali Ernesto Casale, si è votato un atto di indirizzo politico per l’affidamento del servizio di sostegno scolastico per gli aunni diversamente abili per il periodo dal 2014 al 2016.

    La delibera prevedeva “ di autorizzare il responsabile del settore dei servizi al pubblico, il ragioniere Paolo Viglianti, ad avviare le necessarie procedure per l’affidamento dell’appalto del servizio” .

    Sono passati ben 4 mesi e il bando,naturalmente, non è stato né scritto né tantomeno pubblicato. Ora il nuovo assessore ai servizi sociali Enzo Fasulo si troverà ad apertura dell’anno scolastico senza servizio e cosa farà? Naturalmente, seguendo la linea dei suoi predecessori di destra e di sinistra, con la formula semplice “ in attesa del bando proroghiamo”  riaffiderà di nuovo il servizio al caro Capriglione.

    Ovviamente iniziato l’anno scolastico il bando non sarà mai presentato e se ne ritornerà a parlare l’anno prossimo. Un operazione che ogni anno, senza distinzione, vede coinvolti sia maggioranza che opposizione. Ma c’è anche chi, conoscendo il neo assessore, è convinto che lo stesso non solo pubblicherà il bando in pochissimo tempo ma nelle more affiderà il servizio alle cooperative presenti il loco e non solo a Capriglione. Ma visto i precedenti questa sembra davvero fantapolitica.

    Aspettiamo con ansia la risposta del sindaco Tommasino e del suo assessore Fasulo e quella del capo dell’opposizione Carmela Messa e del suo collega di partito, già assessore ai servizi sociali, Ciro Marcigliano.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 15 settembre 2013 ALLE ORE 17:35