Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    S. MARIA C.V. / Sentite l’ultima, Busico ha fatto cucù a i Sammaritani: “Non mi dimetto, sono l’assessore delle associazioni”


      Storie di politichetta locale. Dopo una cinquantina di arresti, due o tre bombe e ora l’assalto al centro sociale Spartaco, il problema legalità è tanto importante per il Comune, da aver fissato il Consiglio comunale tra un mese e mezzo   SANTA MARIA CAPUA VETERE – Vi facciamo sconto del penoso ping pong tra […]

    Nelle foto, Carmine Munno, Biagio Di Muro e Paolo Busico

     

    Storie di politichetta locale. Dopo una cinquantina di arresti, due o tre bombe e ora l’assalto al centro sociale Spartaco, il problema legalità è tanto importante per il Comune, da aver fissato il Consiglio comunale tra un mese e mezzo

     

    SANTA MARIA CAPUA VETERE – Vi facciamo sconto del penoso ping pong tra il Comune di Santa Maria Capua Vetere e la Sovrintendenza ai Beni Archeologici sulla vicenda della canna fumaria delle pizze margherita del presunto ristorante biologico. Ma non vi illudete, perchè oggi vi propineremo  discorsi ancora più infimi: quelli sulla politichetta locale. Con una cinquantina di arresti, un paio di attentati dinamitardi di camorra, l’ultimo raid nel centro sociale Spartaco,  sul groppone della città, l’amministrazione comunale dopo essersi dimenticata di invitare le autorità di polizia e la magistratura al consiglio comunale flop sulla sicurezza, ne ha stabilito un altro tanto collegato all’urgente risposta civile, che la città deve dare, da averlo fissato tra un mese e mezzo. Ci pare verso il 15, 20 maggio, o roba del genere.

    Finalino: riunione tra il gruppo de I Sammaritani e l’assessore Busico, che a suo tempo fu indicato proprio da i Sammaritani per fregare il povero Mario Tudisco. 

    Munno e compagni hanno detto a Busico di farsi da parte, dato che non si sentono più rappresentati da lui. Poco ci è mancato che non si siano beccati  come risposta il classico gesto dell’ombrello. “Io non sono il rappresentante de i Sammaritani, ma delle associazioni“. Inutile commentare e rimandare chi non ha ricordo storico dei giorni della nomina di Busico agli articoli di Casertace. In pratica il sindaco Di Muro ha suggerito a Busico questa boutade, con la quale ha detto ai Sammaritani che quell’assessore è sotto la sua diretta tutela, dunque, il gruppo civico di Munno, Barbato e Compagnia passa da un assessore a zero assessori.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 10 aprile 2013 ALLE ORE 18:23