Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    S. MARIA C. V/ Mattucci amore già finito con la Meloni. Assessore? "Cà nisciuno è fesso"


        A quel punto diventerebbe ostaggio del sindaco Di Muro, che lo potrebbe  cacciare in ogni stante. Oggi, giovedì , assemblea di Fratelli d’Italia a Roma. C’era Arturo Bolognese. Sarà lui a rappresentare il partito della Meloni nella città del foro.   SANTA MARIA CAPUA VETERE – La questione, certo non fondamentale per la storia e […]

    Nella foto Di Muro, Mattucci e Bolognese

     

     

    A quel punto diventerebbe ostaggio del sindaco Di Muro, che lo potrebbe  cacciare in ogni stante. Oggi, giovedì , assemblea di Fratelli d’Italia a Roma. C’era Arturo Bolognese. Sarà lui a rappresentare il partito della Meloni nella città del foro.

     

    SANTA MARIA CAPUA VETERE – La questione, certo non fondamentale per la storia e il futuro di Santa Maria Capua Vetere, del rapporto tra  il presidente del Consiglio comunale Dario Mattucci e il partito di Fratelli d’Italia si è chiuso, difatti, oggi a Roma, dove, nel momento in cui scriviamo, sono le 15 e 57, è ancora in corso la prima assemblea nazionale, del partito fondato da Giorgia Meloni e da Guido Crosetto.

    A Roma, infatti, non sono andati né Dario Mattucci, né il candidato di Fratelli d’Italia, alle ultime elezioni politiche De Lucia, che proprio Dario Mattucci aveva segnalato a Edmondo Cirielli e ad Antonio Taglialatela.

    Segnale chiaro che il presidente del Consiglio comunale di S.M.C.V, accetta di far parte e di contribuire anche politicamente a un’amministrazione comunale di centro sinistra.

    Insomma, Mattucci esce, oggi, definitamente dalla destra, intesa come area politica e culturale di riferimento.

    Esce dalla destra, ma rimane saldamente ancorato alla poltrona. E questo punto è anche complicato ipotizzare che Mattucci rinunci alla carica di presidente del Consiglio comunale per transitare nella giunta, allo scopo di propiziare l’ingresso in consiglio del primo dei non eletti nella sua lista civica. In questi giorni se ne era parlato molto e sie era anche ipotizzato l’avvento del consigliere comunale, de I Sammaritani, Simone, alla carica di presidente del Consiglio comunale, in modo da riscontrare anche le richieste, sempre più pressanti del gruppo civico che, al tempo, rappresentò il nucleo fondante del consenso elettorale che permise a Di Muro di diventare sindaco.

    Abbandonare la presidenza del Consiglio, per entrare in giunta, renderebbe, infatti, Mattucci ostaggio del sindaco Di Muro, legherebbe il suo destino a una delega che il primo cittadino gli potrebbe togliere in ogni momento. E conoscendo Mattucci, che non è certo uno stupido, sarà difficile che si scrolli dalla poltrone di presidente.

    Tornando a Fratelli d’Italia, oggi a Roma era presenta Arturo Bolognese. Sarà proprio lui, il noto medico sammaritano, a rappresentare il partito della Meloni nella città del foro.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 14 marzo 2013 ALLE ORE 16:17