Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    S. Maria C.V. / La Sgambato ha 3 rivali in casa: alle Politiche candidati Giovanni Marcello, Della valle e Peppe Munno.


    Il primo, è indicato da Mattucci. Qualcuno dovrebbe avvertire il liberista e anti-spesa pubblica Oscar Giannino che Mattucci è uno che avalla 3 milioni di euro all’anno tra somme urgenze e regalìe. Santa Maria Capua Vetere – Camilla Sgambato ma non solo, saranno altri i candidati della città del Foro alle prossime Elezioni Politiche. Partiamo […]

    Giovanni Marcello, Enzo Della Valle e Peppe Munno

    Il primo, è indicato da Mattucci. Qualcuno dovrebbe avvertire il liberista e anti-spesa pubblica Oscar Giannino che Mattucci è uno che avalla 3 milioni di euro all’anno tra somme urgenze e regalìe.

    Santa Maria Capua Vetere – Camilla Sgambato ma non solo, saranno altri i candidati della città del Foro alle prossime Elezioni Politiche.

    Partiamo da una sorpresa: Dario Mattucci, presidente del consiglio comunale, ha deciso di “Fermare il declino” della sua città. Infatti, il suo fedelissimo Giovanni Marcello, coordinatore politico del gruppo civico Rinnovamento, fondato proprio da Mattucci, e presente anche alle ultime elezioni comunali, sarà candidato nel movimento del noto giornalista-economista Oscar Giannino. Sarebbe interessante che Marcello discutesse con Giannino dei tre milioni e passa di euro all’anno che il Comune, di cui Mattucci è tra i maggiori protagonisti, spende in somme urgenze, regalìe assortite alle clientele più svariate e parassitarie. Glielo deve raccontare Marcello che a Santa Maria Capua Vetere, il suo leader, è uno che è protagonista di un modello di gestione della cosa pubblica, che rappresenta proprio l’antitesi, la ragion d’essere specularmente contraria dell’atto costitutivo liberale e liberista del movimento Fermare il Declino. Da ridere!

    Normale tran-tran rappresenta, invece, la candidatura del pluri-candidato Enzo Della Valle, che cercherà ospitalità in qualche lista minore.

    Torniamo al povero Oscar Giannino, che, evidentemente, non è perfettamente informato sull’identità di chi sta imbarcando nel suo movimento. Un altro sammaritano pronto a scendere in campo nella lista dell’uomo più dandy d’Italia è Peppe Munno, sì, avete letto bene, l’ex segretario del Pds (allora si chiamava così) di Santa Maria Capua Vetere, l’ex assessore della giunta di sinistra, post tangentopoli, del sindaco De Pascale. Era dai tempi di Giuliano Ferrara ce non si assisteva ad una conversione ideologica di tale portata, dato che, per chi non lo sapesse, Giannino è un liberale sul serio, di stampo anglosassone, di grande qualità culturale e con radici saldamente impiantate nella Reganomics e nel Tatcherismo. Ma Santa Maria Capua Vetere si sa è il luogo più “relativo” del mondo, dove, tutte le categorie dell’essere umano sono neutralizzate in una sorta di zona franca, di Liechtenstein della cultura e della politica.

    G.G.

     

    PUBBLICATO IL: 3 gennaio 2013 ALLE ORE 15:35