Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    S.MARIA C.V/ Il Pdl pronto alle barricate per difendere il patrimonio culturale. Presto interrogazione parlamentare e referendum


    Presa di posizione del coordinatore cittadino Salvatore Mastroianni.   SANTA MARIA C.V – “Visto che l’Amministrazione comunale non è in grado nemmeno di incontrarsi con la Sovraintendenza, il PDL sammaritano assume l’iniziativa della presentazione di una interrogazione parlamentare al Ministro competente e di un  Referendum cittadino per dare semplicemente seguito a quanto annunciato nei giorni […]

    Nella foto, Salvatore Mastroianni

    Presa di posizione del coordinatore cittadino Salvatore Mastroianni.

     

    SANTA MARIA C.V – “Visto che l’Amministrazione comunale non è in grado nemmeno di incontrarsi con la Sovraintendenza, il PDL sammaritano assume l’iniziativa della presentazione di una interrogazione parlamentare al Ministro competente e di un  Referendum cittadino per dare semplicemente seguito a quanto annunciato nei giorni scorsi: faremo le barricate a difesa del patrimonio archeologico della nostra città, che oltre all’Anfiteatro comprende anche l’Arco Adriano, il Mitreo e palazzo Teti  (bene confiscato alla camorra)”.

    In questo modo ha esordito il coordinatore cittadino del PDL Salvatore Mastroianni, di concerto con i consiglieri comunali Simoncelli, Campochiaro e Simonelli, sulle iniziative che il partito metterà in campo unitamente agli altri esponenti politici che hanno a cuore le sorti della città e alle forze sociali e civiche presenti a livello comunale.

    “Le due iniziative hanno il duplice obiettivo sia di andare a verificare il ruolo, le competenze e le responsabilità di quanto sta avvenendo a pochi metri da uno dei più importanti siti archeologici italiani, e sia di testare il gradimento dei cittadini sammaritani rispetto all’operato  dell’Amministrazione comunale di sinistra Mattucci-Di Muro-Stellato.

    Nel contempo non può non essere gravemente evidenziata l’assoluta inadeguatezza e approssimazione che il sindaco Di Muro, insieme a Mattucci, a Stellato e all’Amministrazione tutta, sta dimostrando di avere in questa imbarazzante vicenda: prima dice di non saperne nulla, poi che ci sarebbero solo comunicazioni, alla fine sembra non riuscire nemmeno ad incontrare i vertici della Sovrintendenza.

    Infine, senza alcuna vena polemica, sarebbe curioso conoscere cosa pensa di questa canna fumaria nell’Anfiteatro Campano un’autorevole esponente sammaritana del partito socialista che già in passato ha avuto modo di intraprendere iniziative tese alla tutela del patrimonio storico e artistico presente in città (vedi vicenda Palazzo Mariotti): stiamo parlando della prof.ssa Maria Chirico. Sarebbe significativo conoscerne il pensiero in quanto il partito nel quale riveste il ruolo di dirigente è protagonista della maggioranza di centrosinistra targata Mattucci-Di Muro-Stellato attraverso un consigliere comunale, Nicola Leone, e un assessore, Carlo Russo.

    Pertanto Lei stessa, insieme al Suo partito, avrebbe gli strumenti di carattere politico-amministrativo per tentare di alimentare una maggiore sensibilità e considerazione dell’Amministrazione nei confronti del patrimonio storico e artistico sammaritano”.

     

     

     

    PUBBLICATO IL: 11 aprile 2013 ALLE ORE 18:23