Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    S.MARIA C.V/ I giovani Pd fatti fuori dal Forum giovanile si incazzano con Busico. Ma Di Muro “cura” Valiante, Valletta e Salzillo


        Non è stato affatto una cosa tranquilla l’elezione di Adelini e di Maffei. Ora i giovani Pd vorrebbero un’assessore esterno da loro indicato, ma il primo cittadino fa spallucce e lavora sui numeri. E SALZILLO INCASSA FIOR DI QUATTRINO CON IL DEPOSITO-GARAGE DEI MEZZI DELL’IMPRESA CHE RACCOGLIE RIFIUTI IN CITTÀ. In calce all’articolo il COMUNICATO STAMPA […]

    Nella foto Valiante, Salzillo e Valletta

     

     

    Non è stato affatto una cosa tranquilla l’elezione di Adelini e di Maffei. Ora i giovani Pd vorrebbero un’assessore esterno da loro indicato, ma il primo cittadino fa spallucce e lavora sui numeri. E SALZILLO INCASSA FIOR DI QUATTRINO CON IL DEPOSITO-GARAGE DEI MEZZI DELL’IMPRESA CHE RACCOGLIE RIFIUTI IN CITTÀ. In calce all’articolo il COMUNICATO STAMPA  dei Giovani del PD in cui attaccano Busico.

    SANTA MARIA C.V – Quando leggi certi comunicati sui giornali ritieni che si tratti di roba da routine, di fatti fini a se stessi. Così è capitato con la storia del Forum dei giovani di Santa Maria C.V. 7,8 righe abituali, solita marchetta e via. Noi questa vicenda l’abbiamo seguita da par nostro, cercando di capire se ci fossero dei retroscena. E i retroscena ci sono, dato che i giovani del Pd si sono incazzati di brutto, visto che né il presidente Adelini, né il vice Alessandro Maffei, figlio del noto odontoiatra di S.Maria C.V, vicino al centro destra, appartengono al Pd.

    Reazione immediata: una riunione di partito convocata ad horas. Non è che ci fosse il tutto esaurito. Ma è servito lo stesso per riprendere il filo di una vecchia richiesta: un’assessore esterno nominato dai giovani del Pd.

    Il sindaco Di Muro che ormai è abituato a queste cose ha abbozzato e niente ha fatto succedere. O meglio, qualcosa ha fatto: ha coltivato i rapporti con quei due o tre consiglieri che lui vuol far diventare una sorta di riserva di sopravvivenza. Uomini che non devono passare in maggioranza, ma che possono tornare buoni dentro una tempesta che magari possa mettere in difficoltà i numeri della maggioranza. E così va registrato un cordiale incontro avuto nei giorni scorsi dal primo cittadino con Martino Valiante nello studio del consigliere comunale socialista Nicola Leone. Un’altro incontro con il consigliere comunale Valletta scortato nell’occasione chissà perché dal sindaco di Casapulla Nando Bosco .E  poi c’è sempre il solito Alfonso Salzillo che una volta, fuori dall’autostrada ,aveva un’attività economica privata, ora ha trasformato quei capannoni nel deposito-garage di tutti i mezzi di chi a Santa Maria C.V. si occupa della raccolta dei rifiuti. E questa, a casa nostra, è una commessa pubblica.

    G.G.

     

    QUI SOTTO IL COMUNICATO STAMPA DEI GIOVANI DEMOCRATICI SULLA VICENDA FORUM DEI GIOVANI

    COMUNICATO GD SANTA MARIA CAPUA VETERE

    Le modalità con cui il Forum Giovani di Santa Maria Capua Vetere è nato suscitano in noi, Giovani Democratici di Santa Maria Capua Vetere, un senso di amarezza e delusione in quanto avevamo contribuito,  prima delle elezioni del forum stesso,  alla condivisione di un percorso democratico e di coinvolgimento di tutte le sensibilità politiche e associazionistiche presenti in città e di tutti quei giovani che, individualmente, volevano affacciarsi a questa nuova esperienza.  Per questo si era addivenuti ad un intesa in base alla quale ogni gruppo avrebbe potuto avere lo spazio giusto per poter dare un proprio fattivo contributo, con l’obiettivo di scongiurare la nascita di un forum diviso e dilaniato da personalismi e “scimmiottamenti” di politicanti. Questo il nostro spirito, non quello delle poltrone e del “caminetto”, loggia mai appartenuta a questa giovanile. Questo è mortificante per noi in quanto chi ci conosce in città sa che siamo l’unico gruppo giovanile di partito presente ininterrottamente dal 2009 con una forte proposta e iniziativa politica. Non sono sconosciute le nostre battaglie: dalla prima lista Giovani Democratici presentata alle scorse amministrative, alla lotta per i diritti civili;  dall’informazione ambientale ad una seria proposta per il rilancio del commercio sammaritano e finale uso fruttuoso di un’isola pedonale nel centro storico; dalla battaglia referendaria alle varie petizioni popolari su diritti costituzionali e incentivi alle aziende che assumono under 30; dalle iniziative associazionistiche che hanno come riferimento le fasce più deboli della cittadinanza alle proposte di wi-fi pubblico e Case dell’Acqua.

    Sentiamo di differenziarci per natura politica e personale ribadendo, con verità e voce alta la nostra incompatibilità, con chi ha disatteso l’impegno e la parola data. Con questa persone che non riconoscono nella serietà e nella lealtà il valore base della contrapposizione politica non abbiamo nessuno convergenza sui metodi. Il principale artefice,  anche se continuerà a negare,  è l’assessore Paolo Busico,  sceso nella disputa giovanile proponendosi come garante dell’intesa politica sopracitata, spingendo fortemente per essa  e a cui noi responsabilmente non ci siamo sottratti, rispettando l’esigenza (in primis dell’assessore) di evitare una campagna elettorale aspra che,  tra l’altro, poteva causare la non elezione (a consigliere del forum ) del presidente eletto insieme ai candidati voluti fortemente dallo stesso assessore (gli ultimi tre, tutti con ruoli di evidenza nel forum). Quindi la persona che deve rispondere politicamente a questa incresciosa situazione, che vede i GD truffati ed esclusi, la individuiamo nell’assessore Busico, a cui solo per senso di responsabilità non chiediamo delle dimissioni. Dimissioni che sono palesemente dovute per la dimostrata incapacità di mantenere un quadro politico unitario favorendo invece pseudo elezioni e una forte unanimità basata solo sulla contrarietà alla Giovanile del Partito Democratico. Siamo convinti che il Sindaco Biagio Di Muro e il Presidente del Consiglio Comunale Dario Mattucci non agiscono come i giovani che li seguono, capendo perché il PD possa ancora condividere con loro il percorso amministrativo. Speriamo però che i suddetti giovani possano impiegare più tempo alla formazione politica che parte dal rispetto nei confronti degli alleati e degli avversari. Ribadiamo questo concetto affinché le nostre posizioni non possano essere strumentalizzate per delegittimare l’amministrazione comunale. Per nostra fortuna, le nostra capacità e competenze non hanno bisogno dello strumento del forum per portare avanti la nostra chiara azione politica. Già domenica 14 aprile i GD saranno in piazza Mazzini per una raccolta firme al fine di supportare una proposta di regolamento delle unioni civili con l’istituzione di un registro comunale.

    I consiglieri Antonio Cecere e Marianna Orlando, rappresenteranno in seno al consiglio del Forum una voce critica e propositiva, che sfiderà sui contenuti chi non riconosce nemmeno il valore della parola data.

     

    L’esecutivo cittadino dei Gd

    Giovanni Calabrò – Segretario

    Francesco Di Nardo – Presidente

    Imma Catanese

    Giulia Crisci

    Erminio Santopietro

    I consiglieri eletti

    Antonio Cecere

    Marianna Orlando

    PUBBLICATO IL: 13 aprile 2013 ALLE ORE 18:39