Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    S. MARIA C.V. / Che schiaffo Troianiello a Mattucci: "Questa è un'amministrazione di centrosinistra. Se ti conviene, bene…."


      Dunque, ha ragione Salvatore Mastroianni, dopo la ruvida risposta che il consigliere del Pd ha dato al presidente del Consiglio. Capitolo assessori: niente purga per Leone, niente delega a Mattucci, a meno che non si dimetta da presidente del Consiglio SANTA MARIA CAPUA VETERE – Zitti e mosca, parla Troianiello: “L’amministrazione comunale di Santa Maria […]

    Nelle foto, da sinistra, Dario Mattucci, Carlo Troianiello, Carmine Munno

     

    Dunque, ha ragione Salvatore Mastroianni, dopo la ruvida risposta che il consigliere del Pd ha dato al presidente del Consiglio. Capitolo assessori: niente purga per Leone, niente delega a Mattucci, a meno che non si dimetta da presidente del Consiglio

    SANTA MARIA CAPUA VETERE – Zitti e mosca, parla Troianiello: “L’amministrazione comunale di Santa Maria Capua Vetere è di centrosinistra-con qualche sperduta traccia civica“. Netto, tranciante il consigliere comunale del Pd durante la riunione dei suoi colleghi di maggioranza, ha scandito bene le parole di fronte ad un intervento di Dario Mattucci, che invece, avrebbe voluto sottolineare l’identità civica e sovrapartitica di questa maggioranza.

    Insomma, altro che chiacchiere: il tormentone di Salvatore Mastroianni sull’amministrazione di sinistra Di Muro-Stellato-Mattucci è una chirurgica valutazione politica. Tutti in silenzio: Mattucci, Rinaldi e anche i 4 de I Sammaritani. Evidentemente, la poltrona conta molto più di una rivendicazione di identità politica. E dunque, se il cugino di uno de I Sammaritani si candida con Fratelli D’Italia, in appoggio a Berlusconi, questo diventa un fatto insignificante. Per di più, l’avvocato Giuseppe De Lucia, cioè il candidato, è colui che per i 4 Sammaritani dovrebbe entrare presto in giunta comunale.

    Già, la giunta, un’altra questione diventata un tormentone. I Sammaritani vogliono 2 assessori nuovi di zecca, dato che intendono sbolognare Busico, reo di aver fatto quello che Di Muro e Stellato gli hanno ordinato nel momento in cui è stato rinnovato, per l’ennesima volta, il contratto di Biondi.

    Mattucci pure chiede un assessore. Ma mentre il Pd ritiene la rivendicazione dei 4 Sammaritani fondata, ha detto chiaro e tondo a Mattucci, che lui l’assessore se lo può anche scordare, a meno che non molli la poltrona di presidente del Consiglio comunale.

    Ricapitoliamo: domani sera, giovedì, i gruppi di maggioranza torneranno a riunirsi. Se Mattucci continua a rompere le scatole a Di Muro e a Stellato, il ben servito è pronto, dato che Arturo D’Addio e Capitelli, ormai sono consiglieri di maggioranza, con il primo orientato verso il Pd. Ai 4 Sammaritani i due assessori potrebbero anche essere dati, in una giunta che però dovrebbe essere allargata a 7 unità. Quasi impossibile, invece, che si proceda a quell’azzeramento delle deleghe, pure rivendicato da Munno e compagnia, che vorrebbero togliere a Nicola Leone quella alla Viabilità. Due assessori al Pd , due ai Sammaritani, 1 ai socialisti di Leone e 2 in quota sindaco-Stellato-Lamanna.

    Questo l’assetto più probabile al momento.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 6 febbraio 2013 ALLE ORE 20:39